Giampaolo: "Forse la Samp peggiore. Ma qui bastava vincere"
Juric (panchina a rischio) difende la squadra: "Ci siamo battuti, abbiamo dei valori). Quagliarella non invecchia mai: "Felice del primo gol nel derby di Genova"

"Alla fine del primo tempo ho detto ai miei giocatori che avevamo qualche tensione di troppo, potevamo fare qualcosa di meglio: siamo stati dentro la partita sul piano agonistico, ma dal punto di vista tecnico e del palleggio forse è stata la peggiore Sampdoria di questa stagione. Ma queste sono partite diverse, che hanno un peso specifico diverso: sono partite che conta vincere". Così su Premium Sport, l'allenatore della Sampdoria Marco Giampaolo dopo la vittoria nel Derby contro il Genoa. "Con Zapata abbiamo altre soluzioni rispetto al passato, a cominciare dalle palle alte e dal fatto che spesso sgrava Quagliarella dal tenere palla e aspettare che salga la squadra. Non si può dire se con Skriniar e Schick avremmo lottato per obiettivi più prestigiosi - ha aggiunto - perché ogni anno le ambizioni e le motivazioni cambiano nella testa dei giocatori. Loro sono giocatori molto forti, sono contento che Skriniar lo stia dimostrando e spero che presto lo possa fare anche Schick". "Obiettivo Europa League o qualcosa in più? Sono molto esigente con i miei calciatori, ma non vogliamo fare calcoli: l'obiettivo è di migliorarci giornata dopo giornata", ha detto ancora Giampaolo. "Io sottovalutato come allenatore? Io lavoro sempre per migliorarmi, ma sono anche le qualità dei calciatori ad arricchire le idee e gli allenatori stessi. A volte ti fanno anche sembrare più bravo di quello che realmente sei", ha concluso.

Juric - Trema la panchina del Genoa? "Finora non ho ricevuto alcuna comunicazione dalla società sul mio futuro, quindi per ora posso solo dire che i ragazzi hanno fatto una partita di cuore, di volontà: abbiamo giocato come volevamo, concedendo poco alla Sampdoria". Sono le prime  parole di Ivan Juric, tecnico del Genoa, dopo la sconfitta nel derby contro la Sampdoria. "Purtroppo siamo stati ancora un po' imprecisi in zona gol e in fase difensiva il vantaggio dei nostri avversari è stato regalato. Un gol che una squadra di Serie A non deve prendere. Ma abbiamo giocato, abbiamo dato tutto - ha aggiunto - non posso rimproverare nulla alla squadra. Peccato per il risultato, ma la prestazione è stata positiva". Sul suo futuro, Juric ha detto: "Non so cosa succederà, so che l'esonero era nell'aria già prima di questa partita, ma io ai ragazzi ho poco da rimproverare: commettiamo degli errori dal punto di vista tecnico, ma l'applicazione c'è sempre stata. Alleno una squadra viva e con dei veri valori. Non sono io a dover dire se ho concluso un percorso, quello spetta al presidente. Penso che il Genoa si salverà alla fine, ma se si salverà con me in panchina lo sa solo la società".

Quagliarella - "Un gol in questo derby mi mancava: l'atmosfera qui è magnifica. È stato una bella partita, combattuta da entrambe le squadre". Così su Premium Sport l'attaccante della Sampdoria Fabio Quagliarella dopo la vittoria sul Genoa. "Noi non ci poniamo obiettivi e limiti: siamo a inizio novembre, dobbiamo semplicemente continuare a mettere punti in cascina. Se do ancora uno sguardo alle convocazioni della Nazionale? Non lo do più perché so già chi convoca: diciamo 'largo ai giovani', anche se non sono da meno", ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata