Gattuso: "Non mi sento tradito dai miei, mi offende chi dice che la squadra non si è impegnata"

Gennaro Gattuso si difende dopo le accuse subite al termine della sconfitta con l'Inter nel derby. "Continuo a fare il mio lavoro. Credo fortemente in quello che faccio. La forza me la dà il rapporto quotidiano con tutte le persone che alleno, in campo e fuori dal campo. Sono contento quando si vincono le partite e non quando parlano bene di me", ha detto il tecnico dei rossoneri alla vigilia della sfida di Europa League contro il Betis. Poi è tornato sul derby. "Non mi sento tradito dai miei giocatori. Ci sono delle partite, che puoi essere anche il più forte al mondo ma l'emozione ti può ingannare e far fare delle brutte prestazioni. Non mi sento tradito da nessuno. Ho fatto tante partite in cui ero convinto di mangiare il mondo e non l'ho mai acchiappata. Io mi sento orgoglioso di allenare una squadra così e mi sento offeso quando mi sento dire che la squadra non si è impegnata"