Gattuso avverte il Milan: "Juve? Prima evitare figuracce con il Verona"
Il tecnico rossonero ai suoi ragazzi: "Ci giochiamo l'Europa League, non possiamo sbagliare". Mercoledì la finale di Coppa Italia contro i bianconeri

È un Rino Gattuso come sempre grintoso e determinato quello che ha presentato in conferenza stampa l'anticipo di campionato del suo Milan contro l'Hellas Verona. Una sfida, quella contro gli scaligeri, tradizionalmente ostica e che arriva a pochi giorni dal grande appuntamento con la finale di Coppa Italia contro la Juventus.

Ancora 'scottato' dal clamoroso ko interno contro il fanalino di coda Benevento, Gattuso nonostante la vittoria di Bologna ha invitato i suoi ragazzi a non abbassare la guardia per evitare spiacevoli sorprese. "Una settimana fa queste mura ancora tremavano, non dobbiamo ripetere l'errore fatto contro il Benevento contro il Verona. Ci giochiamo l'Europa League, non possiamo sbagliare", ha esordito Gattuso a Milanello. "Storicamente il Milan soffre il Verona, soprattutto al Bentegodi: guai a fare la stessa figuraccia dell'andata. Voglio vedere spirito di rivalsa", ha ribadito ancora Gattuso. "Tutti devono dare il 100%. La squadra non deve pensare di non essere al massimo, è normale a questo punto della stagione, ma l'importante è la mentalità e sapere come far male all'avversario. Siamo concentrati per il finale di stagione, per chiudere al meglio", ha dichiarato ancora Gattuso.

Inevitabile però che il pensiero vada anche alla sfida di mercoledì contro la Juve in Coppa Italia. "La priorità è sabato e poi avremo 4 giorni per la Juventus", ha detto ancora l'allenatore del Milan. "Prima pensiamo al Verona, la testa non deve andare alla Juventus", ha ribadito Gattuso. "Poi non possiamo pensare di affrontarla preoccupati perchè puoi pagare, non giocando bene, Ma è vero che se vinci una finale gli scenari cambiano", ha ammesso Gattuso. Con la stagione che volge al termine è tempo anche di iniziare a programmare il futuro, tante le voci in chiave mercato che riguardano la squadra rossonera. In particolare su Jack Bonaventura. "Bonaventura ha un contratto con il Milan, è un protagonista, poi ci possono stare gli alti e bassi", ha dichiarato Gattuso. "Jack non mi ha mai chiesto di andare via e la società non lo ha messo sul mercato, anzi mi risulta stanno discutendo del rinnovo", ha aggiunto. "Per migliorare questa squadra servono 3-4 giocatori. Siamo una squadra giovane, ma serve grande spirito e mentalità. L'asticella la alza chi ha giocato certi tipi di partita. non basta solo l'esperienza, ma bisogna essere leader e stiamo cercando tutto questo", ha concluso Gattuso. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata