Europeo 2016: stato di emergenza, allo studio una proroga
Non è da escludere che venga prorogato per tutta la durata della manifestazione

Lo stato di emergenza in Francia dovrebbe concludersi poco prima dell'inizio dei campionati europei di calcio, fissato per il 10 giugno, ma non è da escludere che venga prorogato per tutta la durata della manifestazione. Il primo ministro francese Manuel Valls ha ammesso che è un'ipotesi in fase di valutazione. La Uefa, per bocca del vicepresidente Giancarlo Abete, ha profilato l'eventualità che alcune partite potrebbero essere giocate a porte chiuse. Gli attentati di Bruxelles hanno fatto aumentare l'allerta.

Manuel Valls, intervistato dall'emittente Europe 1, ha però confermato che il Tour de France e l'Europeo di calcio non sono in discussione: "Li faremo sicuramente", ha annunciato il giorno dopo gli attentati di Bruxelles. Valls ha spiegato che lo sport non può e non deve fermarsi: "Gli eventi dello sport e della cultura sono necessari per dimostrare che siamo liberi e che non abbiamo paura".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata