Europa League, Napoli avanti in scioltezza: Verdi-Ounas stendono Zurigo

Partenopei agli ottavi

Non sono arrivate le reti, tanto attese e sospirate, di Insigne e soprattutto Mertens, ma Carlo Ancelotti può consolarsi con i 'gemellini' del gol Verdi e Ounas. Il Napoli formato europeo viaggia spedito a gonfie vele e con una rete per tempo si sbarazza dello Zurigo, già regolato 3-1 all'andata in Svizzera, in una gara condotta con autorità dai padroni di casa per una qualificazione mai davvero in discussione nell'arco dei 180 minuti. I campani strappano il pass per gli ottavi di Europa League con la consapevolezza di dover crescere ancora, soprattutto in fase di realizzazione, per poter sognare di arrivare fino in fondo. Non tutti gli avversari infatti si chiamano Zurigo, squadra ben organizzata e poco più, e anche nell'agevole 2-0 del San Paolo sono riemerse le incertezze che hanno recentemente frenato il Napoli in campionato, con qualche errore e superficialità di troppo sotto porta.

Le migliori indicazioni per Ancelotti dal match con gli svizzeri arrivano dalle cosiddette seconde linee. Ounas sulla destra regala spunti interessanti, Verdi dalla parte opposta alterna visione di gioco a tagli intelligenti. Buone sensazioni anche da parte di Chiriches, al rientro dopo un lungo stop per la lesione al legamento crociato. La nota 'negativa' in una serata comunque più che positiva per gli azzurri riguarda ancora Insigne. Il capitano del Napoli spreca dopo pochi minuti con un pallonetto impreciso sul pregevole assist di Ounas, poi vanifica una bella azione corale calciando alto sopra la traversa. Anche il compagno di reparto belga non riesce a sbloccarsi, ma in questo caso per la bravura di Brecher che con un intervento di istinto nega il vantaggio ai campani. Che comunque premono e passano sul finire di frazione: Ounas semina il panico attirando su di sé mezza difesa elvetica per poi servire con un elegante pallonetto sul lato opposto Verdi, che gira di prima in porta per il meritato 1-0.

La timida reazione dello Zurigo si esaurisce in una decina di minuti in avvio ripresa, giusto con una girata volante di Khelifi sul cross dalla sinistra di Kololli che termina a lato di un soffio. Passato lo spavento il Napoli entra in modalità gestione: Insigne e compagni non affondano, Ancelotti gestisce le forze in vista dei prossimi impegni (c'è spazio anche per il giovane Luperto). Ounas però è semplicemente scatenato e va a caccia del gol a ogni costo. Dopo un paio di tentativi ci riesce al 30', grazie a una magia di Mertens, che vede il taglio del compagno e lo manda davanti alla porta. Nel finale cercano gloria anche Milik e Insigne, ma per gli attaccanti titolari del Napoli il gol resta un tabù. Per andare agli ottavi, comunque, può bastare così.

NAPOLI-ZURIGO 2-0

Reti: pt 43' Verdi; st 31' Ounas.

NAPOLI: Meret; Hysaj, Chiriches (11' st Luperto), Koulibaly, Ghoulas; Ounas (32' st Milik), Zielinski (21' st Allan), Diawara, Verdi; Insigne, Mertens. A disp. Ospina, Malcuit, Maksimovic, Callejon. All. Ancelotti.

ZURIGO: Brecher; Winter, Bangura, Kyeziu, Kololli (37' st Kharabadze); Khelifi, Sohm, Domgjoni, Schombachler (19' st Krasniqi); Odey (15' st Zumberi), Ceesay. A disp. Dixon, Vanins, Maxso, Kasai. All. Magnin.

Arbitro: Sidiropoulos (Gre).

Note: ammonito Chiriches (N).
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata