Europa League, cuore Cutrone: il Milan ribalta 3-1 l'Olympiacos

Rossoneri sotto in avvio con il gol di Guerrero. Poi la doppietta in nove minuti dello scatenato numero 63. Di Higuain l'altro gol

Patrick Cutrone è un attaccante di Como e ha 20 anni. Ma nonostante la sua giovane età, è riuscito a ribaltare da solo una gara prima virtualmente persa dal Milan, poi riacciuffata. L'Olympiacos segna in avvio e controlla il vantaggio senza troppo affanno per buona parte del match, poi ci pensa il numero 63 con il cuore e la grinta, segnando due gol in nove minuti. Il 2-1 è opera del solito Pipita Higuain, macchinoso fino al gol, ma che ha dimostrato di essere un fuoriclasse perché è capace di segnare anche nelle partite in cui è più in ombra. Rossoneri che sorridono e sono sempre primi, con due punti in più del Betis (vittorioso in casa sul Dudelange). Per la sfida decisiva per il primo posto tra rossoneri e spagnoli, di scena ancora a San Siro, bisognerà aspettare il 25 ottobre. 

Vantaggio greco, ma che errore di Castillejo. Gattuso non si fida della squadra greca e fa rifiatare pochi giocatori rispetto alla gara col Sassuolo. La nota lieta per i rossoneri arriva davanti perché Higuain è completamente recuperato dall'infortunio al flessore e torna al centro dell'attacco insieme ai marcatori di Reggio Emilia, Suso e Castillejo. A centrocampo è solo Kessié a rifiatare e al suo posto gioca Bakayoko con Biglia e Bonaventura. Dietro è Zapata a prendere il posto di Musacchio formando la coppia difensiva con Romagnoli, Calabria e Rodriguez. Per i greci un 4-2-3-1 molto offensivo, con davanti l'ex City Yaya Toure nel quartetto offensivo con Fetfazidis, Leiva e Guerrero. Pronti, via, e al 14' la squadra greca è già in vantaggio proprio con la punta numero 9 che di testa su cross di Koutris batte con un diagonale areo di testa l'incolpevole Reina (al posto di Donnarumma stasera). Grave, anzi gravissima, è l'indecisione di Zapata che dovrebbe anticipare l'attaccante una volta partito l'assist, ma viene battuto sul tempo dal giocatore nonostante la statura inferiore al difensore colombiano. Ma oltre allo svantaggio, i rossoneri potrebbero mangiarsi le mani perché nove minuti prima sarebbero già sull'1-0: dall'ennesimo arcobaleno dalla destra di Suso, Bonaventura anticipa tagliando la difesa greca e di testa supera Jose Sa. L'offside però è nel tocco di Castillejo che a due passi dalla linea appoggia di piede in porta nonostante la palla sarebbe entrata. Insomma, un gol molto simile a quello segnato da Bonucci in Juventus-Napoli, ma con un finale diverso. Così, comprensibile è l'arrabbiatura del centrocampista marchigiano verso l'ex Villarreal, che capendo l'errore non dice nulla e continua a giocare.

La squadra di Pedro Martins quando attacca è sempre pericolosa, e potrebbe fare di più al 34' quando su lancio lungo di Koutris, Nahuel supera in velocità Calabria e anticipa la folle uscita di Pepe Reina con un pallonetto che, fortunatamente, finisce sul fondo. Sul ribaltamento di fronte, è il Pipita Higuain a poterla pareggiare: verticalizzazione di Rodriguez per il numero 9, che entra in area e scarica un potente sinistro, parato con la coscia da un attento Jose Sa. Higuain è addirittura libero in mezzo all'area tre minuti dopo, ma l'assist di Castillejo prende in controtempo l'argentino. Il tentativo di Gattuso di passare al 4-4-2 per dare maggiore presenza offensiva non dà i suoi frutti e i primi 45' finiscono 1-0 per i greci, nonostante due ottime occasioni per il Milan tra il 41' e il 44': nella prima è il macchinoso Castillejo a "ciccare" il pallone su cross di Suso, nella seconda è Zapata a mandare alto di testa da angolo dopo aver vinto il duello aereo con un difensore dell'Olympiacos. 

LE PAGELLE DI MILAN-OLYMPIACOS 3-1

I RISULTATI DELLA SECONDA GIORNATA DI EUROPA LEAGUE

Cuore Cutrone, il numero 63 la ribalta. Nella ripresa è subito l'Olympiacos a farsi vedere con un tiro da fuori di Guilherme, dopo una brutta palla persa da Bakayoko, poi a provarci è Suso per due volte, ma entrambe le conclusioni non spaventano Jose Sa. Troppo poco Milan, così Gattuso decide di cambiare subito mettendo Cutrone e Calhanoglu per Castillejo e Bonaventura. Un cambio che si rivela decisivo, anche se i rossoneri tremano al 55' ancora con Guerrero su assist di Koutris, in un'azione fotocopia a quella dell'1-0. La risposta arriva cinque minuti dopo con la classica azione Suso-Cutrone: lo spagnolo dalla destra crossa per l'attaccante che non arriva di un soffio sul pallone.

Ma per l'1-1 c'è solo da aspettare qualche minuto più tardi quando il numero 63, su pennellata di Rodriguez, la pareggia di testa. I rossoneri ci credono, insistono, e la ribaltano con Higuain su assist di Calhanoglu: da dentro l'area l'argentino stoppa di destro e la piazza col piattone sinistro battendo Jose Sa. I greci calano e gli uomini di Gattuso crescono. Al 79' ecco il 3-1: da dentro l'area Suso la tocca sulla corsa per il turco numero 10, che serve al centro Cutrone per un tap-in facile facile. Ci sarebbe anche occasione per il quarto gol a fine gara: Cutrone di tacco al volo appoggia per Calhanoglu che calcia di prima intenzione con il destro e centra il palo. Ma va bene così: il Milan bissa la seconda vittoria dopo quella di Sassuolo, Gattuso e Società possono sorridere. Ora testa al Chievo domenica pomeriggio.

MILAN-OLYMPIACOS 3-1 
14' Guerrero (O), 70' e 79' Cutrone (M), 76' Higuain (M)

MILAN (4-3-3): Reina; Calabria, Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Bakayoko, Biglia, Bonaventura (54' Calhanoglu); Suso (80' Borini), Higuain, Castillejo (54' Cutrone). All. Gattuso.
OLYMPIACOS (4-2-3-1): Jose Sa; Torosidis (78' Meriah), Roderick, Cissé, Koutris; Natcho, Guilherme; Feftatzidis, Yaya Toure (82' Fortounis), Nahuel Leiva (72' Podence); Guerrero. All. Martins.
NOTE: Ammonito Calhanoglu (M)
ARBITRO: Madden (Scozia)

Il film della partita
90+4' FINISCE QUI! Milan in paradiso, Olympiacos all'inferno
79' CUTRONE! Tocco di Calhanoglu per la punta che appoggia in rete! 3-1 Milan!
76' HIGUAIN! La ribalta il Milan! L'argentino la stoppa con il destro e la piazza col sinistro. Vantaggio Milan!
70' CUTRONE! PAREGGIO MILAN! Cross di Rodriguez dalla sinistra e colpo di testa dell'attaccante per l'1-1!
60'
Cutrone! Milan di un soffio vicino al pareggio: cross di Suso per il numero 63 che non arriva di un soffio sul pallone per l'anticipo decisivo
55' Guerrero! Azione fotocopia di quella che ha portato al gol, ma palla lontano dalla porta di Reina
54' Doppio cambio nel Milan: dentro Cutrone e Calhanoglu, fuori Bonaventura e Castillejo
51' Ci prova ancora Suso dopo un calcio d'angolo: lo spagnolo rientra sul sinistro ma calcia sulla rete esterna
50' Higuain sventaglia elegantemente da sinistra a destra per Suso, ma il tiro dello spagnolo è bloccato da Jose Sa
47' Guilherme da fuori, para Reina
46' SI RIPARTE!

 

Milan troppo nervoso e confusionario nella manovra. A San Siro è 1-0 per l'Olympiacos con un gol di testa di Guerrero (ma grave l'errore di Zapata che si fa anticipare). Al 5' gol annullato a Castillejo per posizione di offside, nonostante il colpo di testa di Bonaventura fosse già in rete. Poi occasioni per Higuain e l'ex Villarreal, non concretizzate. Ci vuole la grande prestazione nel secondo tempo per i rossoneri.

41' Castillejo! Cross di Suso dalla destra e lo spagnolo cicca incredibilmente il pallone da solo davanti a Jose Sa. Troppo confusionario il Milan
35' HIGUAIN! Occasione Milan, para di coscia Jose Sa
25' Ci prova il Milan ma gli spazi finora sono chiusi

14' Guerrero! L'Olympiacos è in vantaggio a San Siro. Anticipato di testa Zapata e Reina battuto in diagonale
5' Gol annullato a Castillejo! Cross di Suso per Bonaventura che di diagonale aerea supera Sa e lo spagnolo deve solo appoggiare in rete. Ma è in fuorigioco e il centrocampista numero 5 si arrabbia con lui per il tocco 
2'
Punizione per il Milan: Suso murato dalla barriera, prova a rimettere dentro Rodriguez ma blocca Sa
1' SI COMINCIA!

 

È tutto pronto a San Siro per la sfida tra Milan e Olympiacos. Una sfida che vale tanto in ottica primo posto. I precedenti tra rossoneri e greci in Europa sono due e risalgono alla Coppa dei Campioni 1959. In quell’occasione vittoria a San Siro per i padroni di casa, poi pareggio al Pireo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata