Euro 2016, Ronaldo: Sono il miglior giocatore degli ultimi 20 anni
"Ho influenzato il calcio, un sacco di ragazzi mi vedono come un'ispirazione"

"Dove mi colloco in un'ideale classifica dei calciatori degli ultimi vent'anni? Abbiamo bisogno di pensare positivo e credo che con i risultati che sto avendo possa pensare di essere il migliore. Credo che i migliori influenzino sempre il proprio sport, quindi credo di aver avuto un certo impatto". Sono parole di Cristiano Ronaldo, fuoriclasse del Real Madrid e della nazionale portoghese, atteso tra pochi giorni dall'esordio all'Europeo con i lusitani. Il giocatore si è confessato in un'intervista al bimestrale 'Undici', in edicola e libreria da oggi a Milano e da domani, sabato 11, nel resto d'Italia. "Non posso ancora dire in che misura - ha sottolineato -, questo potrà dirlo soltanto il tempo, ma se puoi correre rapidamente, saltare più in alto degli altri, essere forte e agile al tempo stesso, puoi fare in modo che il tuo talento sia ancora più efficace". 

Simbolo del calcio mondiale, a pochi giorni dal debutto a Euro 2016 in Francia non può far a meno di sottolineare la responsabilità di essere leader della nazionale portoghese: "Mi sento un cittadino del mondo, ma anche un portoghese che ama la propria terra e che è fiero di poterla rappresentare ai massimi livelli per molti anni ancora. Dopo l'Europeo 2004 mi sono sentito responsabile dell'eredità di una grande generazione. Conosco un sacco di ragazzi e ragazze che vedono me, oggi, come un'ispirazione". "Come si fa a diventare Ronaldo? Ho lavorato molto duramente per arrivare al livello più alto e continuo a farlo per rimanere dove sono", ha proseguito l'attaccante, "mantengo la stessa attitudine e dedizione in ogni singolo allenamento, in ogni gara. Mi prendo cura di me stesso per continuare a fare la storia di questo gioco per molti anni ancora". CR7 ha poi svelato il suo lato umano: "Sono una persona profondamente emozionale. Anche in campo, credo. Non nascondo mai cosa sono o quello che sto provando. Non preparo mai i momenti importanti, non fingo, agisco spontaneamente".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata