La Geo Ocean III che ha recuperato il corpo di Emiliano Sala nel Piper inabissatosi nella Manica
E' di Emiliano Sala il corpo nell'aereo caduto in mare nella Manica

Identificato il cadavere trovato nel Piper inabissatosi il 21 gennaio al largo delle coste dell'isola di Guernsey

E' stata scritta per ora la parola fine sulla tragedia iniziata il 21 gennaio scorso, quando un volo tra Nantes e Cardiff che si è inabissato. Le autorità britanniche hanno appena identificato il corpo recuperato 36 ore fa: è quello dell'Argentina Emiliano Sala (28 anni). Lo fa sapere 'L'Équipe'. Le autorità - scrive ancora il quotidiano sportivo francese - consegneranno nelle prossime ore i resti del giocatore ex Nantes in modo che la famiglia possa organizzare la sepoltura il prima possibile.

Nel Piper Malibù che veniva da Nantes ed era diretto a Cardiff dove Sala doveva presentarsi al primo allenamento della sua nuova squadra c'erano il giocatore e il pilota: 59enne David Ibbotson. 

In condizioni difficili, "il British Air Accident Investigation Bureau (AAIB) e i suoi specialisti sono riusciti a recuperare il corpo precedentemente visto nel mezzo del relitto. L'operazione è stata condotta nella massima dignità possibile e le famiglie sono state informate dei progressi compiuti", si legge in una nota dell'Ufficio investigativo. La carcassa del monomotore Piper Malibusu cui viaggiava l'ex attaccante del Nantes, è stato ritrovato nel punto in cui aveva smesso di trasmettere, nel Canale della Manica, una ventina di chilometri a nord di Guernsey, a 67,7 metri di profondità. "Il corpo sarà trasportato a Portland", e sarà quindi sottoposto ad autopsia per l'identificazione, aggiunge l'AAIB nel comunicato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata