Disastro Napoli, il Lipsia ribalta Sarri e i suoi: 1-3
Al San Paolo, nei sedicesimi di Europa League i partenopei vanno avanti con Ounas ma si fanno riprendere da Werner e superare da Bruma. Di nuovo di Werner il terzo gol

Ounas illude, poi Werner e Bruma ammutoliscono il San Paolo. Finisce 1-3 tra Napoli e Lipsia nel match valido per i sedicesimi di Europa League, risultato che avvicina i tedeschi al passaggio del turno e lascia i ragazzi di Sarri con l'amaro in bocca e vicini ad un'altra eliminazione in terra europea dopo quella già subita ai gironi di Champions.

GRANDE EQUILIBRIO - Parte meglio il Lipsia che subito si rende pericoloso da calcio d'angolo con una bella girata di Timo Werner, bloccata però bene in due tempi da Pepe Reina; col passare dei minuti il Napoli alza il proprio baricentro e al minuto 13 ha una colossale occasione per il vantaggio, ma prima Callejon e poi Hamsik non sfruttano l'errore di Upamecano, con la palla che si perde sul fondo. I ritmi di gioco sono alti ed entrambe le squadre cercano di colpire in contropiede: al 18' è il Lipsia a sfiorare il gol con Poulsen, bravo a scappar via alla difesa azzurra ma non altrettanto nella conclusione, che termina a lato alla sinistra di Reina; al 21' è invece il Napoli a rendersi pericoloso con Callejon, che raccoglie l'assist di Rog e calcia forte di destro, trovando però l'attenta respinta di Gulacsi in corner. La gara scorre piacevole con capovolgimenti da una parte e dall'altra, ma nessuna delle due squadre riesce a rompere l'equilibrio che infatti dura fino al 45', con il primo tempo che va in cantiere sul risultato di 0-0.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata