Di Francesco: "Persi troppi duelli. Ma ora dobbiamo crederci"
L'allenatore della Roma: "Avevamo preparato delle cose, ne sono accadute altre. Troppi errori". Fazio: "Siamo dei guerrieri, lotteremo fino all'ultimo"

"Non paragoniamo sempre le partite con quella col Barcellona che era un'altra sfida. Siamo partiti molto bene, poi è ovvio che perdendo i duelli individuali abbiamo perso un po' la testa e la capacità di restare in gara". Così su Premium Champions, l'allenatore della Roma Eusebio Di Francesco commenta la pesante sconfitta contro il Liverpool. L'analisi della partita del tecnico giallorosso è molto lucida, anche in vista del ritorno: "Abbiamo preparato alcune cose che poi si sono rivelate il contrario e siamo andati in difficoltà. L'equilibrio l'abbiamo avuto, se no avremmo sofferto anche i primi 20 minuti. Però se sbagli tanto, se perdi i duelli individuali, se sbagli molte scelte anche nei passaggi semplici poi tutto il resto non conta. Poi è normale che mettendo dei giocatori più lucidi abbiamo reagito e ben vengano i due gol finali che danno un senso al ritorno: dobbiamo crederci e avere lo stesso atteggiamento avuto nel finale di questa sera".

"Avevamo preparato la gara in un modo - ha ribadito Di Francesco - ci sta perdere i duelli contro questo Liverpool che in alcuni casi ha dimostrato di essere più bravo di noi: abbiamo avuto poca fisicità". Su quante possibilità ci sono di rimontare lo svantaggio. "Bisogna crederci, nel calcio nulla è impossibile e l'abbiamo già dimostrato in passato, anche se non sarà facile. Ma lo spirito e il desiderio di poterla ribaltare c'è altrimenti non dovremmo neanche giocare queste sfide. Non mi piace fare processi - ha dichiarato Di Francesco - non abbiamo avuto un buon impatto ma dobbiamo crederci fino alla fine. In Champions si possono anche prendere delle sberle del genere, ci siamo troppo disuniti e non siamo stati in partita per troppo tempo". "Mi auguro di vedere la squadra con un'altra determinazione al ritorno. Perdere i duelli individuali vuol dire perdere la partita. Il livello è molto alto, ci siamo giocati una semifinale di Champions. Non voglio parlare solo della difesa, tutti hanno perso dei duelli e sbagliato molto: abbiamo trasformato delle letture di gara facili, in letture difficili", ha concluso Di Francesco.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata