Coronavirus, serie A: prima lo stop ma poi il via libera a Parma-Spal
Coronavirus, serie A: prima lo stop ma poi il via libera a Parma-Spal

Il ministro Spadafora aveva chiesto alla Federcalcio di valutare la sospensione del campionato

Parma-Spal non si gioca, anzi sì. Le due squadre, dopo aver eseguito il riscaldamento, erano pronte a entrare in campo al Tardini per la sfida in programma alle 12:20 ma i giocatori sono stati invitati a rientrare negli spogliatoi. Dopo uno stop di circa 40 minuti la decisione di fare iniziare la partita alle 13:45. Tutta la giornata di serie A dovrebbe giocarsi regolarmente a porte chiuse come da programma.

Il ministro Spadafora aveva invitato la Federcalcio a una sospensione della serie A vista l'emergenza coronavirus e le norme restrittive presenti soprattutto per Lombardia e altre zone del nord e del centro Italia. "Condivido le dichiarazioni di Damiano Tommasi, presidente dell’Associazione italiana calciatori, e mi unisco alla sua richiesta. Non ha senso in questo momento, mentre chiediamo enormi sacrifici ai cittadini per impedire la diffusione del contagio, mettere a rischio la salute dei giocatori, degli arbitri, dei tecnici, dei tifosi che sicuramente si raduneranno per vedere le partite, solo per non sospendere temporaneamente il calcio e intaccare gli interessi che ruotano attorno ad esso", ha detto Spadafora.

La Lega basket ha già annunciato la sospensione di tutte le partite.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata