Coronavirus, Juve taglia stipendi per 4 mesi

Risparmi per 90 milioni di euro

La Juventus è la prima società in Serie A che annuncia il taglio degli stipendi in questo periodo di crisi economica legata all'emergenza coronavirus. I giocatori della prima squadra e Sarri rinunciano a quattro mensilità, facendo così risparmiare alle casse del club 90 milioni di euro. Un gesto di "responsabilità", in un momento "difficile", sottolinea la Juve nel comunicato in cui ringrazia i suoi tesserati. A farsi portavoce dello spogliatoio nella trattativa con la società è stato capitan Chiellini, con il prezioso aiuto dei senatori Buffon e Bonucci. Un esempio che, nei prossimi giorni, potrebbe essere seguito anche dagli altri club.