Coppa Italia, Totti doma Cesena: in semifinale derby Roma-Lazio
Prestazione dai due volti quella della squadra di Spalletti

Grazie ad un rigore dell'eterno Francesco Totti al 95', la Roma supera il Cesena 2-1 all'Olimpico e si qualifica per le semifinali della Coppa Italia. I giallorossi affronteranno ora la Lazio in un doppio Derby che si annuncia caldissimo. Prestazione dai due volti quella della squadra di Spalletti: male nel primo tempo, meglio nella ripresa quando è passata in vantaggio con il quarto gol di fila di Dzeko per poi farsi raggiungere da Garritano. In pieno recupero, però, l'arbitro Maresca concede un rigore dubbio alla Roma che Totti trasforma. Cesena che esce a testa alta da questo torneo, dopo aver eliminato Empoli e Sassuolo i ragazzi di Andrea Camplone stavano per portare la Roma ai supplementari con una prestazione di grande spessore soprattutto nel primo tempo.

Dimenticare la sconfitta di Marassi contro la Sampdoria e guadagnarsi il derby contro la Lazio nella semifinale di Coppa Italia: è l'obiettivo della Roma che affronta il Cesena davanti ai quasi 30mila dell' Olimpico. Spalletti fa turnover e schiera Totti, con Perotti ed El Shaarawy in attacco. Paredes-Strootman tandem di centrocampo, in difesa si rivede Manolas. Primo tempo deludente della Roma, il Cesena domina e non va negli spogliatoi in vantaggio solo per la sfortuna, sotto forma di un palo colpito da Kone, e per almeno un paio di parate decisive di Alisson su Rodriguez. Nella Roma il solo Totti prova ad inventare qualcosa, ma la concentrazione latita e Spalletti in panchina è furioso. Giallorossi pericolosi in un paio di circostanze con El Shharawy, Manolas e Dzeko. Il bosniaco è entrato dopo venti minuti al posto dell'infortunato Perotti.

In avvio di ripresa Spalletti manda in campo Nainggolan al posto di Juan Jesus, con Bruno Peres che arretra sulla linea dei difensori. Roma che riparte con maggior determinazione, i giallorossi si riversano subito nella metà campo romagnola alla ricerca del gol. Bisogna però attendere il 70' per la prima conclusione verso la porta di Agliardi, una punizione dai 30 metri di Totti respinta dalla barriera. Ci prova subito dopo Nainggolan sempre dalla distaza, ma il portiere del Cesena non si fa sorprendere. E' poi la volta di Dzeko con una azione insistita conclusa con un tiro di sinistro a giro di poco a lato, quindi ancora Totti su punizione ma Agliardi para. Il centravanti bosniaco con il passare dei minuti diventa imprendibile per la difesa del Cesena. Dopo aver fallito due occasioni clamorose, al terzo tentativo Dzeko non sbaglia deviando in rete da centro area un assist di El Shaarawy da sinistra su azione innescata da Nainggolan. Il vantaggio giallorosso però dura meno di cinque minuti, con il pareggio del Cesena firmato dal neo entrato Garritano abile ad approfittare di un clamoroso errore di Allison che si lascia sfuggire un pallone in presa alta in mezzo all'area dopo essersi scontrato con Manolas. La Roma si riversa in attacco per l'assalto finale, ancora Totti su punizione e Bruno Peres dal limite scaldano le mani di Agliardi. Quando ormai i supplementari sembrano inevitabili, in pieno recupero l'arbitro Maresca concede un 'generoso' rigore alla Roma per un fallo di Agliardi su Strootman. Dal dischetto Totti non sbaglia e regala la semifinale alla sua quadra.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata