Coppa Italia, le pagelle di Roma-Lazio 3-2: Milinkovic-Savic eroe
Tra i giallorossi è El Shaarawy il migliore

Queste le pagelle di Roma-Lazio 3-2, match di ritorno delle semifinali di Coppa Italia.

ROMA

Alisson 6: Subisce due gol ma non ha colpe specifiche. E' la difesa davanti a lui a traballare.

Rudiger 5: Da terzino nel primo tempo non covince, da centrale nella ripresa è complice dello svarione collettivo che porta al raddoppio laziale.

Manolas 4.5: Il principale colpevole in entrambe le reti della Lazio. Una serata da incubo.

Juan Jesus 5.5: Parte bene ma nel gol del vantaggio biancoceleste non è esente da colpe. (1'st Bruno Peres 5.5: Entra in una situazione oggettivamente complessa ma fa poco per mettersi in luce).

Emerson: 6: Il migliore della difesa giallorossa, specie nel primo tempo dove spinge molto. Cala nella ripresa.

Paredes: 5.5: Una partita in calando, iniziata sotto ottimi auspici e finita con troppo nervosismo. (36'st Totti sv).

Strootman 5.5: Ci mette il cuore e l'anima ma rispetto ad altre occasioni manca la lucidità.

Salah 6: I due gol, inutili, nel finale riscattano parzialmente una prestazione con troppi errori.

Nainggolan 5.5: Cerca di essere il condottiero dei suoi. Viene tradito dai nervi e finisce per andare in tilt.

El Shaarawy 6.5: Il migliore della Roma. Un gol, un palo. Il primo a crederci e l'ultimo ad arrendersi. La sua sostituzione resta un mistero. (26'st Perotti 5: Si fa notare per un giallo causa simulazione e niente altro).

Dzeko 5.5: Si sbatte tanto con grande impegno ma la difesa della Lazio riesce a mettergli la museruola per tutta la gara.

LAZIO

Strakosha 6: Sul gol non può nulla. Nel finale alterna, tante, buone parate ad alcuni errori.

Bastos 6.5: Preciso, attento, ruvido quanto basta. Tutto quello che serve per giocare un grande derby.

De Vrij 6: Fino al gol di El Shaarawy è nettamente il migliore in campo poi sbaglia malamente l'intervento che costa l'1-1. (1'st Hoedt 6.5: Si mette al centro della difesa e controlla bene Dzeko).

Wallace 6: Il gioco fisico è il suo pane quotidiano. Va in difficoltà quando viene preso in velocità.

Basta 6: Svolge bene il suo compito sulla fascia sia in fase difensiva che in quella propositiva.

Milinkovic-Savic 7: Una rete decisiva, un assist altrettanto fondamentale. Basta ed avanza per essere fra gli eroi della stracittadina.

Biglia 6: Non è al meglio e si vede. Parte a ritmo blando cresce con il passare dei minuti. (26'st Murgia 6: Entra con personalità nel vivo del gioco).

Lulic 6.5: Una sicurezza. Fa entrambe le fasi di gioco con continuità e senza sbavature.

Lukaku 6: Quando si spinge in avanti non passa inosservato. Fa meno bene in difesa dove a volta va in difficoltà.

Felipe Anderson 6.5: Decisivo in una partita impostata sul contenimento e le veloci ripartenze dove è devastante (12' st Keita 6: Non folleggia ma non serve. Si mette al servizio della squadra).

Immobile 7: Segna il gol che chiude la doppia sfida e manda la Lazio in finale con la freddezza di un vero bomber.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata