Coppa Italia: la Lazio cala poker alla Cremonese
Coppa Italia: la Lazio cala poker alla Cremonese

I biancocelesti volano ai quarti: affronteranno il Napoli

Travolgente in campionato, la Lazio non delude nemmeno in Coppa Italia. La squadra di Inzaghi, detentrice del titolo, centra i quarti travolgendo 4-0 la Cremonese e regalandosi il Napoli come prossimo avversario. Tutto come da pronostico all'Olimpico, con i padroni di casa che affondano gli ospiti senza troppe difficoltà, nonostante il robusto turnover varato dal tecnico. Apre Bastos e raddoppia Parolo, nella ripresa a segno Immobile su rigore e prima del triplice fischio completa il tabellino Bastos. Grande protagonista anche Jony, autore di ben tre assist. Come da previsioni, Inzaghi dà spazio alle seconde linee: ad affiancare il titolarissimo Immobile il giovane Adekanye, il tecnico biancoceleste regala poi spazio a Bastos, Patric, Parolo, Cataldi, Berisha e Jony. In porta c'è Proto. A guidare la Cremonese il tandem Ciofani-Palombi, con il primo che vince il ballottaggio con Ceravolo.

La Lazio fa subito la voce grossa con un mancino di Adekanye e un destro al volo di Immobile deviato da Bianchetti. E al 10' i tempi sono già maturi per il vantaggio: Jony lascia partire il traversone dalla sinistra, uscita non impeccabile di Agazzi che respinge corto, Patric anticipa Renzetti e insacca a porta sguarnita. Strada in discesa per i padroni di casa, la Cremonese prova subito la reazione con una conclusione imprecisa di Deli. Poi ci prova di testa l'ex Palombi, senza creare problemi a Proto. Poco dopo la Lazio raddoppia con un'azione simile a quella del vantaggio: ancora cross dalla sinistra di Jony, stavolta la deviazione vincente è di Parolo, in scivolata (25'). Si fa durissima per Rastelli, che perde anche Agazzi, toccato duro sul ginocchio: lo sostituisce Ravaglia. Il neo entrato non ha problemi nel bloccare un sinistro di Patric, che ci riprova con una conclusione da dimenticare. Prima dell'intervallo chance per Parolo, destro al volo con palla alle stelle e si fa vedere la squadra ospite con Ciofani che non riesce a dare forza alla sua deviazione su cross di Zortea.

Lazio in controllo nella ripresa, che si apre con un colpo di testa impreciso di Berisha. Poi si rende minacciosa la Cremonese con un gran mancino di Palombi da distanza ravvicinata: Proto salva in angolo. Ma per i lombardi il colpo del ko arriva con il rigore concesso per trattenuta di Caracciolo su Adekanye. Dal dischetto trasforma Immobile (58'). Inzaghi può richiamare Luiz Felipe e Cataldi, spazio a Dyavan Anderson e Andre Anderson. I capitolini provano ancora a pungere in contropiede, ma da posizione più che favorevole Jony spreca dopo l'apertura di Immobile, che poi lascia il posto a Minala. Sussulti di orgoglio della Cremonese con i tentativi di Ciofani e Palombi. Ritmi che gradualmente si abbassano avvicinandosi al finale ma c'è ancora spazio per le emozioni: Ravaglia dice 'no' in tuffo al sinistro fuori area di Jony e salva in angolo sul destro di Patric; poi a un minuto dalla fine Bastos completa il poker laziale deviando di testa l'ennesimo assist di Jony.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata