Coppa Italia, impresa dello Spezia: Palermo fuori ai rigori
I liguri battono 5-4 ai calci di rigore i rosanero e accedono agli ottavi di finale

Dopo i quarti di finale raggiunti l'anno scorso (eliminando la Roma) altra grande impresa dello Spezia in Coppa Italia. I liguri battono 5-4 ai calci di rigore il Palermo e accedono agli ottavi di finale, dove affronteranno il Napoli al San Paolo. Dal dischetto decisivo il gol segnato da Migliore dopo l'errore di Goldaniga. Per i rosanero invece piove sul bagnato. Già reduce da sette sconfitte di fila in campionato, per la squadra siciliana arriva un altro ko pesante e inatteso che di certo non migliora la situazione già assai critica di De Zerbi, sempre più sulla graticola.

Ospiti intraprendenti fin dalle prime battute. Al 10' Migliore innesca subito Vignali che calcia sul fondo. Ben più pericolosa l'occasione per i liguri poco prima della mezz'ora. Cisotti manca di un nulla il bersaglio grosso dopo un ottimo spunto di Baez. Il Palermo non riesce a creare grossi grattacapi dalle parti di Chichizola fino al 38' quando il giovane Lo Faso tenta di sorprendere il portiere dello Spezia calciando alto sopra la traversa. E' però l'undici di Di Carlo a farsi preferire nel primo tempo sfiorando il gol anche al 40' con una bel tiro al volo di Migliore su cui Fulignati si fa trovare pronto.

Rosanero più propositivi nella ripresa. Sallai all'11' viene murato in corner, dall'altro lato invece è Cisotti a sfiorare il bersaglio. Fulignati respinge in angolo. De Zerbi, che poco prima si era giocato la carta Diamanti, rinforza il proprio undici inserendo anche Aleesami. Il finale è tutto di marca rosanero. Chichizola salva sulla conclusione a giro al 38' di Quaison, poi è Sallai a sprecare una doppia occasione. Infine, in pieno recupero, Diamanti è sfortunato nel suo tentativo dalla distanza di poco a lato. Il risultato però non si sblocca e la gara va ai supplementari. E' sempre il Palermo in questa fase a fare la partita. Al 3' ottimo spunto sulla destra di Sallai, palla dentro per Diamanti che in scivolata spedisce la palla fuori di un soffio. Un minuto dopo ci prova anche Hiljemark con un tiro di poco alto sopra la traversa. Il forcing rosanero non produce però risultati, anzi in avvio secondo tempo i padroni di casa rischiano grosso sul diagonale di Migliore: Fulignati è prodigioso salvando i suoi con una respinta di piede. Nel finale il Palermo rimane in dieci per l'espulsione di Vitiello, ma non c'è più tempo per lo Spezia. L'epilogo dal dischetto sorride ancora una volta ai liguri, che avanzano agli ottavi facendo fuori un Palermo sempre più in crisi.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata