Coppa Italia, doppio Benassi trascina Fiorentina agli ottavi: Cittadella ko
Coppa Italia, doppio Benassi trascina Fiorentina agli ottavi: Cittadella ko

Al Franchi successo dei viola 2-0

La Coppa Italia come rimedio ai mali del campionato. La Fiorentina avanza agli ottavi battendo con un gol per tempo al 'Franchi' un coriaceo Cittadella. E' Marco Benassi, capitano finito un po' ai margini in questa stagione, a rinsaldare grazie alla sua doppietta la panchina di Vincenzo Montella, più che traballante dopo le tre sconfitte di fila rimediate in Serie A. Non a caso, fatta qualche eccezione, l'Aeroplanino si è affidato a diversi titolari (da Milenkovic a Dalbert passando per Pulgar e Castrovilli) per il match contro i veneti, attualmente in zona playoff in Serie B: troppo importante la posta in palio per sottovalutare l'impegno seppur con una squadra di rango inferiore. I viola in ogni caso hanno dimostrato di essere ancora distanti dalla loro versione migliore, sia a livello tattico che mentale. L'espulsione di Venuti per fallo da ultimo uomo a metà primo tempo per un fallo su Celar ha reso la partita più combattuta di quanto non dica il risultato finale. Nei prossimi impegni - e soprattutto agli ottavi di Tim Cup contro un avversario come l'Atalanta, finalista l'anno scorso - i toscani dovranno fare uno step ulteriore per provare a togliersi qualche soddisfazione.

Montella ridisegna soprattutto la difesa, inserendo giovani come Venuti e Ranieri, per la gara di coppa. Davanti Vlahovic e Sottil sono certezze da tempo (Ghezzal completa il tridente), al pari di Castrovilli e Pulgar, che agiscono in mezzo al campo insieme a Benassi, rilanciato per l'occasione. I primi pericoli però sono tutti per Terracciano, preferito a Dragowski. Bussaglia al 2' esalta i riflessi dell'ex portiere dell'Empoli, poco dopo ci prova anche Ventola senza fortuna. I viola rispondono con un tentativo di Sottil murato da Maniero e, passato lo spavento iniziale, crescono con il passare dei minuti: Ghezzal spara alto, Vlahovic si incarta su se stesso. La palla buona capita così al 21' sui piedi di Benassi, che sfrutta a dovere l'azione caparbia di Sottil per sbloccare il risultato. La gioia di Montella dura però giusto qualche minuto. Il Cittadella infatti non rinuncia ad attaccare e per vie centrali sorprende la retroguardia di casa, con Celar che si invola verso la porta. Venuti lo ferma con le cattive rimediando un rosso sacrosanto: Montella corre subito ai ripari togliendo Sottil (che non gradisce) e inserendo un altro terzino di ruolo, Lirola. Gli ospiti riprendono coraggio ma né Panico né Celar sono precisi davanti a Terracciano.

Passata la bufera la Fiorentina si riorganizza. E in avvio ripresa colpisce ancora, ipotecando il passaggio del turno. Benassi all'8' si fa trovare pronto e raccoglie il suggerimento dalla destra di Ghezzal piazzando il piattone del 2-0. Questa volta gli ospiti accusano il colpo e rischiano più volte il tracollo, nonostante la superiorità numerica. Ghezzal e Vlahovic regalano spettacolo ma non concretizzano, Castrovilli fa lo stesso e viene murato al 25' da Maniero in uscita. Venturato si gioca il tutto per tutto rivoluzionando d'attacco ma gli ultimi squilli li regala Proia, che trova sulla sua strada per due volte un insuperabile Terracciano. Il cammino della Fiorentina continua. Con Montella al posto del comando.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata