Coppa Italia, Atalanta travolge il Pescara e va agli ottavi: ora la Juve
Ottima prova per la squadra di Gasperini che si conferma in un periodo d'oro

Prosegue il momento d'oro dell'Atalanta. La squadra di Gasperini supera 3-0 il Pescara accedendo agli ottavi di finale di Coppa Italia, dove se la vedrà la Juventus, lo stesso avversario che affronterà sabato in campionato. Nonostante l'ampio ricorso al turnover (utilizzato però anche dall'altra parte da Oddo) i padroni di casa non perdono le sicurezze costruite in questi due mesi e ipotecano il passaggio del turno già nella prima mezz'ora, in virtù delle reti in avvio di Raimondi al 7' di Grassi al 29'. Nel recupero infine arriva anche il sigillo di Pesic per il 3-0. Se l'Atalanta può sorridere e guardare con fiducia al difficile impegno contro i campioni d'Italia, di umore opposto è invece il Pescara. Gli ospiti, al settimo ko di fila, sono scesi in campo con poco mordente e hanno pagato a caro prezzo un primo tempo incolore.


Alla prima occasione l'Atleti Azzurri d'Italia può subito festeggiare. Raimondi infatti al 7' sblocca il risultato con un tiro da due passi a porta sguarnita dopo un primo tentativo di Grassi respinto da Fiorillo. L'undici di Oddo fatica a riorganizzarsi e rischia grosso anche al 13', ma Fiorillo ipnotizza Capone negando il raddoppio ai padroni di casa. L'Atalanta però è in pieno controllo del match e al 29' sigla il 2-0 con Grassi, che capitalizza l'ottimo cross dalla destra di Pesic per raddoppiare. Nella ripresa gli abruzzesi non sembrano avere le forze per riaprire la partita, anzi al 25' sono ancora una volta i nerazzurri a sfiorare il tris. Il giovane Latte Lath, lanciato da Gasperini in avvio ripresa, centra in pieno la traversa con un tocco da distanza ravvicinata. Nel finale, in una delle rare sortite offensive degli ospiti, Cristante da posizione favorevole calcia sull'esterno della rete. Due minuti dopo Raimondi va vicinissimo alla doppietta personale con un bolide da fuori area che si stampa sulla traversa. Il 3-0 però è rinviato solo di qualche minuto: in pieno recupero infatti Pesic in contropiede chiude i conti e completa la festa dell'Atalanta.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata