Coppa Italia, Allegri: Per la Juve contro il Milan è una finale
Il tecnico livornese carica i suoi: Vogliamo arrivare in fondo

"Domani sera è una finale, è una partita secca da dentro o fuori. Ci vorrà grande equilibrio e una grande testa". Così il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri presentando in conferenza stampa il quarto di finale di finale di Coppa Italia contro il Milan. "Abbiamo l'obiettivo di arrivare in fondo e cercare di vincere la terza Coppa Italia (di fila, ndr), nessuna squadra ci è mai riuscita - ha proseguito l'allenatore bianconero - Per noi deve essere uno stimolo importante. Il Milan sta facendo una grande stagione, a campo aperto può far male. Bisogna fare una gran partita per arrivare in semifinale".

MARCHISIO OUT. Claudio Marchisio quasi certamente non recupererà per il match, ha detto Allegri."Difficilmente sarà della partita, fino a ieri non si è allenato con la squadra, ha svolto un lavoro differenziato - ha evidenziato - Era prevedibile potesse esserci un momento in cui poteva avere delle difficoltà, non tanto per il ginocchio ma a livello muscolare". Probabile invece uno spezzone di partita per Marko Pjaca. "Difficilmente partirà dall'inizio  - ha rivelato l'allenatore bianconero - Secondo me è un predestinato, negli spezzoni in cui ha giocato si è creato delle situazioni importanti, quando un calciatore nei pochi minuti che ha a disposizione ha sempre una palla gol è normale che sia destinato a crescere e fare un'ottima carriera".

IL MODULO. "Non lo so, devo vedere chi ha recuperato bene. Non è il modulo ma l'atteggiamento quello che conta. I ragazzi hanno giocato di squadra" ha detto il tecnico non sciogliendo i dubbi in merito all'eventuale conferma del 4-2-3-1 utilizzato domenica contro la Lazio. "Le varianti possono essere nei giocatori, domenica è stata una partita dispendiosa - ha proseguito - Dobbiamo continuare così, ma la fame e la cattiveria ci deve essere sia nella fase difensiva che in quella offensiva, dobbiamo migliorare molto la velocità di passaggio e la qualità del gioco".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata