Coppa Italia, Allegri-Chiellini: Juve vuole doppietta storica
Il tecnico livornese parla di una sfida "di fascino", equilibrata e tutt'altro che facile

La Juve "non ha la pancia piena" perché "non si vincono cinque scudetti per caso" e le voci che ci vedono favoriti o addirittura "che avremmo già vinto" sono "chiacchiere da bar". L'esperienza e la consapevolezza di Giorgio Chiellini sono l'immagine della Juventus che si prepara ad affrontare il Milan nella finale di Coppa Italia. La volontà della Juve è chiara: "ci teniamo tantissimo perché per noi fare doppietta Campionato-Coppa Italia in due anni consecutivi (impresa mai risucita a nessuno, ndr) sarebbe storico". La colonna bianconera, dopo una stagione travagliata, si  è messa alle spalle gli infortuni. "Ed ora ho grande voglia di giocare questa gara".

Un'attenzione ed una cautela presenti anche nelle parole del tecnico Massimiliano Allegri: "Finali facili non ce ne sono. Siamo consapevoli che i valori si azzerano. Il Milan ha l'ultima chance per giocare l'Europa League l'anno prossimo", il suo pensiero. Allegri parla di una sfida "di fascino" e che sarà equilibrata "lo dicono le due gare di campionato e le statistiche delle finali".

Il tecnico livornese (che chiude la porta a qualsiasi accenno al mercato futuro, ndr) si diverte poi con i giornalisti in merito alla formazione che scenderà in campo ufficializzando sette giocatori su undici: "In attacco è probabile che partano Dybala e Mandzukic mentre Morata e Zaza possono dare il loro contributo a partita in corso, in porta Neto che è cresciuto molto. La difesa la conoscete (Chiellini-Barzagli-Rugani, ndr) a centrocampo, a parte Pogba gli altri li devo ancora scegliere", Proprio nella zona nevralgica del campo Allegri non dà indicazioni, anzi lancia con il sorriso una sfida simpatica ai media proprio in chiusura di conferenza. "Secondo me la formazione di domani non la indovinate...".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata