Conte pensa a rivincita contro Napoli: In Coppa meritava Inter
Conte pensa a rivincita contro Napoli: In Coppa meritava Inter

Neroazzurri in corsa per il secondo posto con l'Atalanta 

 Quarto confronto stagionale fra Inter e Napoli, con due vittorie su tre in trasferta e gli azzurri di Rino Gattuso che hanno avuto la meglio nel doppio confronto di Coppa Italia. In campionato l'Inter aveva espugnato il San Paolo con la coppia Lukaku-Lautaro al suo meglio, poi il riscatto di Mertens e compagni a San Siro con la vittoria per 1-0 nell'andata delle semifinali di Coppa Italia. Quindi l'1-1 del San Paolo che ha promosso il Napoli, poi vincitore del trofeo nella finale contro la Juventus ai rigori. E' proprio a quella partita che Antonio Conte pensa ancora, parlando alla vigilia della gara di ritorno in campionato. "Delle tre gare giocate la più bella è stato il ritorno di Coppa Italia quando avremmo meritato di più", ha detto il tecnico nerazzurro.

 La sfida di oggi avrà un valore per la classifica relativo, soltanto per i nerazzurri che sono ancora in corsa per il secondo posto con l'Atalanta. Il Napoli è infatti ormai sicuro della qualificazione alla prossima Europa League e con la mente è già rivolto alla sfida di ritorno degli ottavi di Champions League contro il Barcellona, al Camp Nou. Per questo Gattuso, che oggi ha perso Manolas per un problema al costato, dovrebbe continuare a ruotare gli uomini per arrivare rodati al cospetto di Messi e compagni. A San Siro giocherà Maksimovic al fianco di Koulibaly in difesa, mentre in regia dovrebbe rivedersi Demme al posto di Lobotka. In attacco, squalificato Mertens, spazio a Milik con Insigne e Callejon.

Nell'Inter, Conte recupera De Vrji al centro della difesa con Skriniar e Bastoni ai lati. In mezzo al campo rientra Barella dalla squalifica e prende il posto di Gagliardini, fermato a sua volta dal Giudice Sportivo. In avanti ballottaggio Sanchez, in vantaggio su Lautaro, per un posto al fianco di Lukaku. Proprio dell'attaccante belga ha parlato Conte, dopo la doppietta di Marassi. "E' sicuramente un giocatore che ha margini di miglioramento in certe situazioni di gioco. Nonostante la sua stazza e la sua forza è anche un giocatore veloce, così anche al 93' ha la possibilità di fare gol così", ha detto. Parlando del Napoli, il tecnico interista ha aggiunto: "Loro sono una compagine forte, che negli anni ha sempre cercato di dare fastidio a chi ha vinto lo Scudetto. Hanno un'ottima rosa e sono stati bravi a vincere la Coppa Italia".

Ma a due giornate dalle fine del campionato, per Conte è anche già il momento dei primi bilanci con uno sguardo rivolto al futuro. "E' stata una esperienza nuova per tutti, penso che bisogna prendere il lato positivo e imparare da queste situazioni. Giocare ogni tre giorni ha lasciato una esperienza anche per il futuro", ha spiegato. L'allenatore dell'Inter ha quindi elogiato i suoi giocatori, soprattutto quelli che hanno trovato meno spazio nel corso dell'anno. "Stiamo parlando di un gruppo di ragazzi seri, concentrati e che ha sempre lavorato. Ma non avevo dubbi perchè questo è un ottimo gruppo", ha dichiarato. Infine nel guardare oltre, Conte ha ribadito alcuni concetti a lui cari con un messaggio che sembra rivolto anche alla società: "L'importante è che ognuno di noi abbia quella voglia, quella fame di alzare il livello e crescere sempre di più".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata