Contatto Juve-Napoli per Higuain, no De Laurentiis a contropartite
La Juve non demorde. Il croato Marko Pjaca arriverà giovedì a Torino

C'è stato questa mattina il tanto atteso contatto fra Juventus e Napoli per Gonzalo Higuain. In occasione dell'Assemblea della Lega calcio a Milano, il dg bianconero Beppe Marotta e il ds Fabio Paratici hanno parlato del Pipita con il presidente azzurro Aurelio De Laurentiis. Secondo quanto si apprende, il patron del Napoli ha ribadito di non aver alcuna intenzione di trattare e tanto meno sulla base di una serie di contropartite tecniche. Per il momento pertanto non c'è margine per una trattativa.

LEGGI ANCHE Juve, incontro col Napoli per Higuain e Pjaca è in arrivo

Su Higuain "non c'è mai stato un contatto tra la Juventus e il Napoli, perché la Juventus, cosa che mi ha confermato pure stamattina, non ha mai avuto l'intenzione di pagare la clausola rescissoria né noi l'abbiamo chiesto, perché esiste un contratto". Lo ha detto il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, uscendo dagli uffici di via Rosellini a Milano. "Io sono convinto - ha aggiunto - che la Juventus è una società con la sua classe e che non andrà a disturbare questo discorso. 'Caro Marotta, tu vuoi pagare la clausola rescissoria?', gli ho chiesto. E lui: 'Io non ci penso nemmeno'. 'E allora dimmelo', ho replicato".

MAROTTA CONFERMA. "Se è vero che non abbiamo intenzione di pagare la clausola rescissoria al Napoli? Sì. Per ora non ci sono margini di trattativa. Se non si può trattare, non si può trattare. Chiuso l'argomento". Lo ha detto l'ad e dg della Juventus, Beppe Marotta, uscendo dagli uffici di via Rosellini a Milano, a chi gli chiedeva dell'affare Higuain.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata