Colpo salvezza Crotone ad Udine: Oddo, crisi senza fine
Al Friuli ha deciso un gol di Faraoni a 4' dal fischio finale e per Oddo potrebbe essere inevitabile l'esonero

Il Crotone esce dalla zona-retrocessione scavalcando la Spal, l'Udinese ci sprofonda (anche se ha ancora due punti in più dei calabresi in classifica) con l'undicesima sconfitta di fila al termine di uno scontro diretto al cardiopalma. Al Friuli ha deciso un gol di Faraoni a 4' dal fischio finale e per Oddo potrebbe essere inevitabile l'esonero. Quel Crotone che all'andata gli aveva regalato la prima vittoria della sua gestione (0-3 allo Scida) ora gli presenta il conto con gli interessi.

Finisce 2-1 per i calabresi che riaprono tutti i giochi in coda. Un lampo dell'Udinese e poi più Crotone nel primo tempo. Botta e risposta immediato nei gol e crescita costante dei calabresi che sul piano del gioco e della lucidità sono apparsi assai più in forma. Illusorio il vantaggio friulano, arrivato un po' casualmente dopo solo sei minuti: assist di Lopez, pallone al limite dell'area per Kevin Lasagna che si coordina marcato male da Ceccherini e manda alle spalle di Cordaz con un sinistro dal limite.

Neanche il tempo di lasciar esultare lo stadio che arriva la doccia fredda. Dopo appena sessanta secondi il Crotone pareggia: traversone dalla corsia mancina di Nalini per Simy che anticipa Samir e con il destro manda alle spalle di Bizzarri, bissando la prodezza in rovesciata contro la Juve. Nei friulani il più in palla è il ritrovato Lasagna, l'unico che riesce a impensierire la difesa ospite mentre la squadra di Zenga controlla bene e macina gioco ma si perde sotto porta, dove non riesce a creare vere palle gol. Così l'ultima azione degna di nota prima dell'intervallo è dei padroni di casa con Fofana che prova la conclusione a giro ma Cordaz ci mette il pugno e salva.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata