Champions, una super Juventus batte il Monaco e vola in finale
I bianconeri superano i monegaschi 2-1 grazie alle prodezze di Mandzukic e Dani Alves. Attesa per la sfida Atletico-Real

L'appuntamento è a Cardiff, per il 3 giugno, perché due anni dopo Berlino e quella notte beffarda la Juventus è di nuovo in finale di Champions League. L'unica suspence, dopo la vittoria contro il Monaco confezionata nella bolgia dello Stadium, è legata al nome dell'avversario da affrontare e battere, verosimilmente il Real Madrid. Il resto è pura cronaca, statistica, riflessioni declinate con iperboli e superlativi.

LEGGI LE PAGELLE DELLA GARA

Rispetto allo scontro perso con il Barcellona, stavolta i campioni d'Italia hanno più consapevolezza nei propri mezzi e più giocatori di spessore: Dani Alves, che allora fece festa, Mandzukic, Higuain e Dybala, che all'Olimpiastadion c'era ma solo nella veste di novello tifoso. In assoluto, 'questa' Juventus è più forte di quella targata Morata-Tevez, anche se le finali - e i bianconeri ne sanno qualcosa - non sono mai scontate, nemmeno quando il pronostico sorride. In questa serata magica, appena due macchioline: l'infortunio muscolare di Khedira e l'eccessiva superficialità in fase realizzativa. In entrambi i casi, il tempo per rimediare non manca. La terza è il brutto fallo di Glik nei confronti di Higuain, una cattiveria fuori contesto. E qui non esiste rimedio.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata