Champions League: Zenit-Benfica 1-2, portoghesi ai quarti
Dopo la vittoria per 1-0 dell'andata, la squadra di Lisbona trionfa anche nella gara di ritorno in Russia

Il Benfica si qualifica per i quarti di finale di Champions League eliminando dalla competizione lo Zenit San Pietroburgo. Dopo la vittoria per 1-0 dell'andata i portoghesi hanno trionfato anche nella gara di ritorno in Russia (2-1). Succede tutto nella ripresa: al vantaggio di Hulk al 24' replicano Gaitan a cinque minuti dalla fine per il momentaneo 1-1 e Talisca in pieno recupero.

Primo tempo equilibrato con un'occasione per parte. Al 7' Dzjuba di sinistro sfiora il gol dopo un lancio in profondità di Danny. La risposta dei portoghesi è affidata a una conclusione del giovane Sanches dal limite dell'area, di poco a lato. Più avvincente la ripresa, con la squadra di Villas Boas alla ricerca del gol che porterebbe la sfida ai supplementari. Al 16' da due passi Smolnikov colpisce debolmente da due passi su servizio di Hulk dalla destra. Sul capovolgimento di fronte Benfica pericoloso con Jonas, che costringe Lodygin al primo vero intervento della sua serata. Al 24' la gara si sblocca: Zhirkov affonda sulla sinistra e crossa al centro per Hulk che di testa porta avanti i russi. Immediata la replica degli ospiti, ma Lodygin ancora una volta si oppone al colpo di testa di Lindelof sugli sviluppi di un calcio d'angolo.

La gara sembra avviata verso i tempi supplementari ma a cinque minuti dalla fine Gaitan trova il pareggio a porta sguarnita dopo un primo tentativo dalla lunga distanza di Jimenez respinto malamente sulla traversa da Lodygin. In pieno recupero il Benfica, ormai certo della qualificazione, segna anche il gol vittoria con Talisca, appena entrato, che stoppa di petto e batte il portiere con un tiro preciso. Portoghesi ai quarti, Zenit eliminato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata