Juve, solo un turno di squalifica per Ronaldo. Ma è un turno di troppo

Era stato espulso durante Valencia-Juventus: CR7 salterà la sfida in casa contro lo Young Boys ma tornerà per il Manchester United

Una giornata di squalifica. Questo il verdetto emesso per quel che riguarda Cristiano Ronaldo in Champions. La mano sui capelli di Murillo che ha convinto l'arbitro Brych a fidarsi del quarto uomo Fritz decidendo così di espellere il fuoriclasse portoghese contro il Valencia. Una giornata che equivale al minimo della pena, questo è vero. Ma si parla sempre di una pena ingiusta.
 

Il turno di stop forzato alla fine della fiera è il minore dei mali, con la Juve che potrà contare su Ronaldo già all'Old Trafford contro il Manchester United pur dovendo fare a meno di lui martedì sera allo Stadium con lo Young Boys. Ma è altrettanto vero che si tratta di un turno di troppo considerando l'errore lampante dell'arbitro al Mestalla. Non solo: se la Juve può permettersi ora di accogliere serenamente questa decisione è solo perché poi contro il Valencia è riuscita a ottenere tre punti pesantissimi in dieci contro undici grazie ad una prova di forza impressionate. Aver perso punti in quell'occasione, per oltre un'ora senza CR7, avrebbe reso il bilancio in questa situazione ancor più negativo.

Una giornata di squalifica è il minimo, ma è sempre troppo. Episodi che ci si augura di non dover più gestire a partire dalla prossima stagione, quando anche in Champions League entrerà in vigore la Var. Una battaglia vinta, in ritardo, ma che aiuterà a sgombrare il campo da ogni equivoco o cattivo pensiero, come quelli che in queste stagioni hanno accompagnato le eliminazioni della Juve a Monaco di Baviera e Madrid, ma anche nella finale di Berlino persa con il Barcellona nel 2015. Giornata di annunci importanti a livello europeo dunque. E tornando a rivolgere lo sguardo alla Continassa,ecco che la campagna di avvicinamento alla supersfida di sabato con il Napoli passa anche da una buona notizia per quel che riguarda gli equilibri dello spogliatoio: ha rinnovato Carlo Pinsoglio fino al 2020, un annuncio prezioso molto più di quanto non dica sulla carta la presenza di un terzo portiere.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata