Champions, le pagelle di Juve-Atletico Madrid: CR7 extraterrestre, flop Griezmann

Buona la prima in Europa per Spinazzola, Bernardeschi super

Le pagelle di Juventus-Atletico Madrid 3-0, gara di ritorno degli ottavi di finale di Champions League.

JUVENTUS

Szczesny 6 Praticamente inoperoso, o quasi, se non per un tentativo di Griezmann

Cancelo 6.5 Fatica a carburare nel primo tempo, devastante – assist per il raddoppio di CR7 incluso – nella ripresa.

Bonucci 6.5 Morata gli sfugge una volta, ma lo spagnolo lo grazia. Per il resto comanda la difesa regalando anche un paio di virtuosismi.

Chiellini 7.5 Dominatore assoluto dell'area di rigore. Non fa passare neanche uno spillo.

Spinazzola 6.5 Alla prima in Champions League gioca con l'esuberanza di un ragazzino e la tranquillità di un veterano. (22' st Dybala 6.5 Si vede poco, ma è comunque artefice di una rimonta storica).

Emre Can 7 Recupera palloni a grappoli, vince gran parte dei duelli, fisici e aerei, con i centrocampisti avversari. Un autentico gladiatore.

Pjanic 7.5 Smista palloni a destra e a sinistra con intelligenza e tranquillità. Sembra un altro giocatore rispetto a quello timido (e febbricitante) dell'andata.

Matuidi 6.5 Non si ferma praticamente mai. Cuore e polmoni del centrocampo bianconero. Inesauribile.

Ronaldo 9 L'uomo più atteso, l'uomo che finora aveva deluso in coppa, l'uomo arrivato alla Juve con l'obiettivo dichiarato di riportare la Champions League a Torino fa esattamente quello per cui è stato comprato: la differenza. Si conferma bestia nera dell'Atletico, l'extraterrestre da Madeira che non trema neanche dal dischetto.

Mandzukic 5 Il guerriero sembra aver deposto le armi. Assente non giustificato (35' st Kean 6 Entra e si crea subito una opportunità per far male. Il suo diagonale finisce sul fondo, ma il ragazzo avrà modo di rifarsi).

Bernardeschi 8 Di gran lunga il più ispirato – Ronaldo a parte – nei primi 45 minuti. Corre, dribbla, inventa, soprattutto la palla dell'1-0. Nella ripresa sembra pagare un po' dazio, fino a quando non butta il cuore oltre l'ostacolo guadagnandosi il penalty che manda la Juve ai quarti.

All. Allegri 7.5 Confeziona una rimonta incredibile regalando l'ennesima serata da ricordare alla sua squadra.

ATLETICO MADRID

Oblak 6.5 Prodigioso su Ronaldo, solo la cruda tecnologia lo condanna. Sui gol è incolpevole

Arias 5 Ronaldo gli fa passare una brutta ora e mezza. Soffre anche l'intraprendenza di Spinazzola. (23' st Vitolo 5.5 Nella bagarre finale non riesce a dare il proprio contributo).

Gimenez 5.5 Più irruento del compagno di mille battaglie. Ronaldo per lui resta un rebus.

Godin 6.5 Annulla completamente Mandzukic. Se la retroguardia dell'Atletico tiene botta gran parte dei meriti sono suoi

Juanfran 5 Ronaldo lo sovrasta sull'1-0. Gara in perenne sofferenza.

Koke 6 Prova a far la differenza, ma annaspa come tutto il centrocampo di fronte alla mareggiata bianconera.

Rodrigo 5.5 Sovrastato in tutto e per tutto. Tramortito.

Saul 5.5 Sacrificato largo sulla fascia in nome del 4-4-2 del Cholo non riesce a incidere in alcun modo.

Lemar 5 Costretto a una gara di contenimento, fatica a frenare Cancelo e Bernardeschi. Spaesato (11' st Correa 5 Punge in attacco, ma commette un errore fatale stendendo Bernardeschi in area).

Griezmann 5 Il folletto francese si prende una notte di pausa. Paga l'atteggiamento remissivo della sua squadra, ma lui appare un po' svogliato.

Morata 5 Lotta contro i mulini a vento che assumono le sembianze degli ex compagni di squadra Chiellini e Bonucci. Nel primo tempo sciupa di testa la palla che avrebbe potuto cambiare la storia del match.

All. Simeone 5 Allegri gli impartisce una lezione di calcio. Questa volta la sua difesa lo ha tradito. Difficile trovare adesso le motivazioni per una stagione praticamente già finita a marzo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata