Champions, dalla Spagna: anche Barcellona-Napoli verso le porte chiuse
Champions, dalla Spagna: anche Barcellona-Napoli verso le porte chiuse

Il Segretario della Generalitat de Catalunya: "È un'ipotesi, dobbiamo analizzare caso per caso". La Prefettura parigina conferma: Psg-Dortmund senza pubblico

Anche Barcellona-Napoli, gara di ritorno degli ottavi di finale di Champions League in programma il 18 marzo al Camp Nou, potrebbe essere giocata a porte chiuse per l'emergenza Coronavirus. Lo scrive il sito di Marca, secondo cui la Generalitat de Catalunya non vorrebbe l'accesso del pubblico come misura di prevenzione. "È un'ipotesi, non è stata presa alcuna decisione, dobbiamo parlare con il Barça, ci incontreremo lunedì o martedì. Dobbiamo analizzare caso per caso e settimana per settimana", ha affermato Gerard Figueras, Segretario Generale per lo Sport della Generalitat, a Catalunya Radio.

"Prudenza raccomanda che Barça-Napoli sia giocata a porte chiuse", ha aggiunto. Figueras ricorda che Napoli non è una delle aree di confinamento in Italia, ma l'intero paese è "in una zona a rischio". Quella tra blaugrana e partenopei non sarebbe l'unica partita a essere giocata a porte chiuse. La Prefettura di Parigi ha infatti confermato che il ritorno dell'ottavo di finale tra Psg e Borussia Dortmund, in programma per lo stesso giorno al Parco dei Principi si giocherà senza pubblico.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata