Champions, Ancelotti a Parigi senza paura: "Napoli pronto per queste partite"

Grande attesa per uno dei match più duri e combattuti dell'intera rassegna continentale

Cavani e Ancelotti contro il loro passato, Di Maria e Verratti contro quello che poteva essere il loro futuro. Nel mezzo c'è il presente e una sfida che si preannuncia ricca di intensità, sia tecnica che fisica. Tutto pronto al Parco dei Principi per Psg-Napoli, match che si giocherà stasera (ore 21.00) e valido per la terza giornata del Girone C di Champions League, tra i più duri e combattuti dell'intera rassegna continentale.

CASA PSG - "Noi favoriti in Champions? Assolutamente no! Il girone è complicato e il Napoli è una squadra top, servirà una grande prestazione di squadra per batterli". Parla così il tecnico Tuchel in conferenza stampa, consapevole che serviranno i tre punti per rimediare alla sconfitta col Liverpool alla prima giornata, in un girone decisamente equilibrato dove saranno fondamentali gli scontri diretti tra le big. Senza Thiago Silva, il tecnico del Psg può però sorridere per i recuperi di Verratti e soprattutto Di Maria, entrambi vicini al vestire la casacca del Napoli ma in epoche diverse: il primo fu 'scartato' da Mazzarri nel 2012 per motivi tattici, il secondo era stato inseguito la scorsa estate per i suoi tracorsi con Ancelotti, ma allafine bollato come 'vecchio' dal patron De Laurentiis. Davanti confermatissimo il tridente Neymar-Mbappè-Cavani, con quest'ultimo vero protagonista di serata e pronto a riabbracciare compagni ed ex tifosi, lui che con la maglia del Napoli detiene ancora il record di gol siglati nella coppe europee (19 reti, due in più di Dries Mertens).

PARLA CARLO - "Senza coraggio è meglio stare a casa, e invece noi di coraggio ne abbiamo e siamo pronti per queste partite". Esordisce così Carlo Ancelotti in conferenza, carico e motivato nonostante sia consapevole del valore dell'avversario: "Il Psg è una delle candidate alla vittoria della Champions, ma non esistono squadre imbattibili e anche col Liverpool abbiamo dimostrato la nostra forza". Fronte formazione, il tecnico partenopeo sta pensando di riproporre lo stesso 11 visto contro i reds con l'unica eccezione di Mertens al posto di Milik, in un 3-5-2 atipico dove dovrebbero trovare spazio Maksimovic in difesa, Callejon e Mario Rui sulle fasce e soprattutto il recuperato Lorenzo Insigne in attacco, pronto a tornare titolare dopo lo stop forzato nel match di sabato contro l'Udinese. A centrocampo favorito ancora Fabian su Zielinski, apparso un po' opaco nelle ultime uscite, e occhio anche all'ipotesi Diawara in cabina di regia, in ballottaggio con capitan Hamsik per un posto da titolare.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata