Calciomercato, Juve-Ronaldo: Real gioca al rialzo. Milan ecco Halilovic
A Roma arriva il terzo portiere Daniel Fuzato, mentre il Chelsea attende Maurizio Sarri

Da una guerra lampo ad una di posizione. E' quanto sta diventando la trattativa per portare Cristiano Ronaldo dal Real Madrid alla Juventus. I media spagnoli sono concordi su un punto: CR7 vuole la Juve, ha dato la parola al presidente Andrea Agnelli e non intende tornare indietro sulla sua decisione. Dall'altra parte c'è il presidente del Real Madrid Florentino Perez che, secondo Marca e As, per lasciare andare il fuoriclasse portoghese vuole che sia lui ad uscire allo scoperto e dichiarare pubblicamente di voler cambiare aria dopo nove anni.

Secondo la stampa iberica, in realtà, questa fase di stallo è dovuta da una parte alla necessità del Real Madrid di cercare un sostituto all'altezza (i nomi sono sempre quelli di Neymar, Mbappe, Hazard, Lewandowski e per qualcuno ora ci sarebbe anche Dybala), dall'altra la volontà dello stesso Perez di giocare al rialzo con la Juve portando i famosi 100 milioni a 120 secondo Marca, a 150 secondo Mundo Deportivo e A Bola, in Portogallo. Sempre secondo i media spagnoli, la situazione potrebbe sbloccarsi nelle prossime ore, con Ronaldo che è attualmente è in vacanza in Grecia con la famiglia pronto a sbarcare a Torino già martedì per le visite mediche. Juve fiduciosa anche perchè sembra andato a vuoto il tentativo di inserimento del Manchester United, come riferito dall'Independent in Inghilterra. Nonostante si sia mosso in prima persona il vicepresidente esecutivo Ed Woodward, la risposta dell'entourage di CR7 sarebbe stata chiara: "Ci sono stati progressi significativi con la Juventus".

ROMA ECCO IL TERZO PORTIERE - In attesa di conoscere il futuro di Alisson, in casa Roma c'è un nuovo portiere. Il ds Monchi ha infatti annunciato oggi, nel corso della presentazione di Coric e Bianda, "l'acquisto del terzo portiere dal Brasile, dal Palmeiras, Daniel Fuzato. Questo significa che non siamo mai fermi". A proposito del portiere brasiliano, invece, il ds giallorosso ha ribadito che al momento "non c'è nessuna novità, fino ad oggi non abbiamo ricevuto nessuna offerta". Discorso analogo per quanto riguarda il rinnovo di Alessandro Florenzi. "E' una situazione difficile. La Roma ha fatto una grande offerta, ma capisco che lui abbia le sue richieste. Ci stiamo lavorando, sono fiducioso ma è vero che non è cambiato tanto negli ultimi giorni", ha detto il ds giallorosso che ha poi smentito le voci di un interesse per lo svedese Forsberg e soprattutto per Mertens del Napoli.

MILAN ECCO HALILOVIC - Nuovo arrivo in casa Milan. Il club rossonero ha ufficializzato l'arrivo di Alen Hahilovic. Il trequartista arriva dall'Amburgo a titolo definitivo e ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2021. Restando a Milano, ma sponda nerazzurra, nelle prossime ore il club di Suning annuncerà il rinnovo di Roberto Gagliardini fino al 2022. Molto attivo oggi il Torino, il club granata ha infatti annunciato "di aver rinnovato il contratto per le prestazioni sportive del calciatore Salvatore Sirigu fino al 30 giugno 2022". Il club del presidente Urbano Cairo ha poi ceduto all'Hellas Verona il centrocampista Samuel Gustafson e al Venezia il giovane Jacopo Segre.

CHELSEA ATTENDE SARRI - Sul fronte estero, oggi si è radunato il Chelsea ancora sotto la direzione di Antonio Conte. Secondo i media inglesi, però, il tecnico di fatto ha lasciato la direzione dell'allenamento ai suoi assistenti Tore Andre Flo ed Eddie Newton in attesa di risolvere il contratto con i Blues. In standby resta Maurizio Sarri, pronto a subentrare e soprattutto ad intervenire sul mercato. Da Alisson, a Higuain, da Rugani, a Jorgingo: il Chelsea è pronto a fare spesa in Italia. Volando in Spagna, il centrocampista brasiliano Arthur si unirà già da questa estate al Barcellona, con il Gremio che lo ha salutato sul suo sito web. Potrebbe lasciare Barcellona, infine, Paulinho. Secondo i media iberici, il centrocampista della Seleçao potrebbe tornare in Cina al Guangzhou Evergrande di Fabio Cannavaro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata