Calciomercato, Jorginho verso il Chelsea. Real, offerta folle per Hazard
L'italo-brasiliano con Sarri, diventato ufficialmente nuovo allenatore dei Blues. Blancos al lavoro per sostituire CR7

Tutto ruota attorno al Real Madrid. Il passaggio di Cristiano Ronaldo alla Juventus ha avviato il domino di mercato. Ora spetta ai 'blancos' fare la prossima mossa. Le piste sono diverse, le indiscrezioni contrastanti. In Inghilterra ad esempio si parla di un forte interesse per Eden Hazard, al punto che Florentino Perez per bruciare la concorrenza - anche del Barcellona - sarebbe pronto a mettere sul piatto poco meno di 170 milioni per accontentare il Chelsea, che potrebbe perdere in questa sessione estiva anche Willian, sondato dai catalani. In Brasile invece torna di moda l'accostamento a Neymar. Per 'Globoesporte' la Casa Blanca avrebbe nuovamente contattato il padre agente della stella del Psg, per capire se esistano i margini di un possibile ritorno in Spagna. L'operazione rimane complicata anche perché i francesi avrebbero già pronta la contromossa per convincere l'ex Santos a rimanere: un maxi aumento di ingaggio dagli attuali 37 milioni di euro fino a 50. In serata inoltre è arrivata una presa di posizione ufficiale da parte degli spagnoli, che hanno comunicato "viste le continue notizie" di non voler presentare "alcuna offerta per il giocatore" ribadendo che "il rapporto" con il Psg "è straordinario". Il Real comunque è alle prese con la ricerca dell'erede di CR7 ma non solo: resta da capire infatti anche il futuro di Gareth Bale, non così certo di restare e tentato dal ritorno in Premier, sponda Manchester United. Viceversa potrebbe fare percorso inverso James Rodriguez, molto apprezzato dal nuovo tecnico delle merengues Julen Lopetegui. In questo caso la scelta spetta al Bayern Monaco, club che ha acquistato in prestito biennale la stella della Colombia solo un anno fa.

Per quanto riguarda il Napoli giornata campale per il mercato in uscita dei partenopei: è arrivata l'ufficialità di Maurizio Sarri come nuovo allenatore del Chelsea e nella trattativa rientra anche il cartellino di Jorginho: il tecnico ha firmato un contratto triennale da circa 4 milioni di euro, mentre il regista italo-brasiliano si legherà ai Blues con un quadriennale da quasi 5 milioni di euro a stagione. Al Napoli, invece, andranno ben 65 milioni di euro, cifra che servirà in buona parte a finanziare il mercato in entrata. Detto delle operazioni già concluse, nello scacchiere partenopeo mancano ancora il terzo portiere (Frattali del Parma l'ipotesi più accreditata) e soprattutto un terzino destro in alternativa all'albanese Hysaj; l'austriaco Lainer è sempre in cima ai desideri di Giuntoli ma, visto che il Salisburgo non cede, si fanno sempre più largo le alternative che portano a Sabaly del Bordeaux, compagno di nazionale di Koulibaly al Senegal, e all'interista D'Ambrosio, bravo a giocare sia a destra che a sinistra nella difesa a 4, qualità da non sottovalutare visti i continui problemi fisici dell'algerino Ghoulam. In attacco non sono escluse sorprese, ma va detto che difficilmente il Napoli farà operazioni di rilievo a meno di cessioni illustri di uno tra Callejon e Mertens, i cui ingaggi lordi (quasi 5.5 milioni lo spagnolo, 6.5 milioni il belga) pesano non poco sul bilancio societario.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata