Calciomercato, fatta per Kalinic all'Atletico. Spine Kovacic-Modric per Real Madrid
Milan e Juventus lavorano sul fronte uscite, L'inter concreto con il centrocampista croato

Prima di qualsiasi colpo in entrata - anche se Leonardo in occasione della presentazione di Maldini ha escluso l'arrivo di un top player - il Milan sta lavorando sul fronte uscite. E' "quasi fatta" ad esempio per la cessione all'Atletico Madrid di Nicola Kalinic, trattativa confermata dal brasiliano. Resterà un sogno invece Sergej Milinkovic Savic. "Purtroppo oggi sognare giocatori di questo valore non ci è concesso - ha ammesso - Vedo personalità e margini di crescita enorme, è un giocatore moderno però ad oggi non è fattibile". Oltre al centrocampista biancoceleste è destinato a sfumare anche Bernat, conteso da entrambe le milanesi e vicinissimo all'Everton. Il giocatore è atteso nelle prossime ore a Liverpool per le visite mediche e la firma del contratto. Smentita anche la pista Rabiot ("non c'è stato nessun contatto"), in uscita l'Arsenal sonda Ricardo Rodriguez dopo l'infortunio di Kolasinac.

Aspettando di capire se Alex Sandro e Miralem Pjanic potranno finire definitivamente nel vortice degli ultimi giorni di mercato, sbloccando quindi nuovi grandi colpi come quelli legati ai nomi di Marcelo o Sergej Milinkovic Savic, la Juve continua a lavorare in uscita. Martedì potrebbe arrivare la definizione del passaggio di Pjaca alla Fiorentina (2 milioni il prestito oneroso, 20 per il diritto di riscatto con controriscatto a quota 26 milioni in favore della Juve) e quello di Favilli al Genoa (5 milioni per il prestito più 7 per l'obbligo di riscatto, con diritto di riacquisto della Juve su base biennale a quota 16 milioni o 23 milioni dodici mesi dopo). Sempre in stand by la situazione di Sturaro, in uscita ma ancora senza offerte concrete pervenute. E, tra i giovani, si cerca la giusta soluzione, tra gli altri, per Moise Kean e Luca Clemenza.

La Juve però resta vigile anche sul fronte Paul Pogba. Il centrocampista, complice il rapporto freddo con Josè Mourinho, vorrebbe lasciare il Manchester United. Su di lui, secondo quanto riporta 'El Mundo Deportivo', è forte l'interesse del Barcellona, che lo segue dal 2015, così come dei campioni d'Italia. I bianconeri per convincere i Red Devils a far partire il campione del mondo potrebbero giocarsi la carta Pjanic, mentre i blaugrana come contropartite puntano su Yerry Mina (vicinissimo però all'Everton) e Andrè Gomes, centrocampista portoghese che Josè Mourinho conosce bene. In ogni caso il tempo stringe: il mercato in Inghilterra si chiuderà infatti giovedì 9 agosto.

E proprio le inglesi sono in fermento per piazzare gli ultimi colpi. Il Chelsea tenta Ramsey, alle prese con un difficile se non impossibile rinnovo di contratto con l'Arsenal, e pensa ad Oblak come sostituto di Courtois, sempre in orbita Real Madrid. Florentino Perez in queste ore però è alle prese con due complicati casi da risolvere. Luka Modric è rientrato in Spagna dalle vacanze post Mondiali. Prima di prendere qualsiasi decisione vuole ascoltare la proposta della Casa Blanca, ma l'idea di cambiare aria (dopo aver vinto tutto quello che c'era da vincere a Madrid) e strappare l'ultimo vero contratto della sua carriera resta concreta. E in tal senso l'Inter è la squadra più avanti, con una proposta da circa 10 milioni a stagione al croato. Non sembra intenzionato ad aspettare invece Mateo Kovacic, che - stando a quanto scrive 'Marca' - ha comunicato al club di voler partire e ha annunciato che non tornerà ad allenarsi finché non sarà delineato il suo futuro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata