Calcio a 5, Serie A: Came e Civitella si giocano i playoff

Dopo la sosta per la Final Eight di Coppa Italia, le squadre affrontano le ultime giornate della regular season di campionato. Venerdì sera la Colormax sarà di scena a Dosson nella partita per l'ottavo posto, ultimo utile per accedere alla fase Scudetto. Chiude il turno, lunedì, Rieti-Eboli, scontro per le posizioni d'alta classifica

Lotta playoff e scontri diretti protagonisti nel 20° turno della Serie A di calcio a 5. Archiviata la Final Eight di Coppa Italia, con il trofeo rimasto all'Acqua&Sapone, il campionato si prepara al rush finale e propone due partite chiave per la corsa allo Scudetto: Came-Civitella e Rieti-Eboli (le dirette, venerdì alle 20.30 e lunedì alle 20.50, su Lapresse.it). Apre il turno l'incontro di Dosson per l'ottavo posto, con le squadre, appaiate a 26 punti, giunte al momento cruciale della stagione a rosa completa e in ottima forma. Scenario diverso per la partita che chiuderà la giornata. La Feldi, arrivata a un solo gol dalla finale di coppa, ha tutti i giocatori a disposizione ed è lanciatissima in campionato dopo il cambio di allenatore. Anche il Real si è fermato in semifinale nelle Final Eight, ma è decimato da infortuni e squalifiche e, dopo aver conquistato la Coppa della Divisione, a gennaio, ha vinto solo una partita di campionato.

Dopo il sorprendente quarto posto all'esordio in Serie A, lo scorso anno, la Came si trova a ora a lottare per l'ultimo posto utile per i playoff Scudetto. La Coppa Italia dei veneti si è conclusa ai quarti, con la sconfitta per mano della finalista Pesaro, ma in campionato il momento è positivo: negli ultimi cinque turni la Came ha ottenuto due vittorie e due pareggi e non ha infortunati. Il ritorno in campo di Edgar Bertoni, a segno due volte contro la Lazio, ha dato nuovo impulso all'attacco veneto, il quinto migliore della Serie A. La Came gode anche di una miglior differenza reti rispetto alla Colrmax e del vantaggio negli scontri diretti. Civitella non è, però, squadra da sottovalutare. Partiti con l'obiettivo di restare in Serie A, gli abruzzesi sono salvi da diverse giornate e giocano per un traguardo inizialmente insperato. Straordinario il girone di ritorno della Sikkens che ha vinto sei incontri, perdendo solo due volte, grazie a un attacco che ha realizzato 40 gol dopo il giro di boa della stagione. Per la trasferta di Dosson l'unico indisponibile sarà il pivot Matej Horvat, squalificato.

Il PalaMalfatti dovrà essere l'uomo in più del Real Rieti, perché mister David Festuccia non ne avrà tanti a disposizione. A dire il vero, non ci sarà neanche lui: l'allenatore dei laziali non sarà in panchina, dopo l'espulsione rimediata contro il Napoli. Squalifiche e infortuni hanno decimato il Real che, per difendere i due punti di vantaggio sulla Feldi Eboli, non avrà a disposizione Alemao, Diego De Michelis (rottura del crociato per lui) e Rafinha, mentre Jeffe ha avuto di nuovo problemi muscolari, in semifinale di coppa, ed è in dubbio. I laziali sono tornati a vincere, nello scorso turno, dopo quasi due mesi di digiuno e hanno bisogno di prolungare la striscia positiva per rimanere nelle prime quattro posizioni. Posizioni a cui ambisce la Feldi, rinvigorita dall'arrivo di Francesco Cipolla nel ruolo di allenatore, che ha vinto tre delle ultime quattro patite e viene dal successo sull'Acqua&Sapone. I campani hanno la terza miglior differenza reti del campionato, con un attacco impressionante e una difesa quasi imbattibile, e potranno contare sull'intera rosa per l'incontro. Con il terzo posto a portata, sono squadra da temere per chiunque e si candidano al ruolo di outsider nei playoff Scudetto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata