©  Giampiero Lattanzio
Calcio a 5, Serie A: l'Acqua&Sapone vince all'esordio

I campioni d’Italia in carica superano 4-1 la matricola Civitella che non sfigura nella prima gara in serie A. Lima, capitano della Nazionale, migliore in campo insieme al giovane portiere Fiuza.

Ricomincio da tre. A quasi quattro mesi dalla vittoria del primo Scudetto, l’Acqua&Sapone Unigross di Tino Perez vince la partita inaugurale della nuova stagione del futsal italiano superando 4-1 i cugini del Civitella Colormax Sikkens. Tre punti che segnano il primo passo degli abruzzesi nella corsa al titolo dove sono i grandi favoriti dopo l’addio della Luparense alla Serie A ma anche un buon viatico per l’esordio in Champions League di mercoledì prossimo contro gli svedesi dell’Uddevalla.

Gara più in equilibrio delle previsioni con i padroni di casa subito in vantaggio grazie al gol del neo acquisto Ercolessi, seguito 30 secondi più tardi dal raddoppio di Gabriel Lima, capitano della Nazionale italiana. Un inizio difficile per il Civitella, figlio anche dell’emozione per la prima partita in Serie A degli abruzzesi. Superata la tensione dei minuti iniziali, la squadra di Saverio Palusci ha saputo tenere testa ai campioni d’Italia soprattutto grazie alla classe del pivot Fabinho, più volte vicino al gol. A segnare il 2-1, però, ci ha pensato Toni Jelavic con una puntata di sinistro da fuori area. Un tiro preciso su cui non ha potuto fare nulla Luan Fiuza, portiere classe ’98 dell’Acqua&Sapone, chiamato a sostituire un monumento del calcio a 5 italiano come Stefano Mammarella, fermo per precauzione dopo un fastidio al piede destro.

Nella ripresa il Civitella ha provato a pressare da subito gli avversari affidandosi alla fisicità di Matej Horvat per tenere su il pallone ma l’esperienza, la tecnica dell’Acqua&Sapone e un paio di interventi grandiosi di Fiuza e Lima non hanno permesso agli ospiti di pareggiare. Controllate, seppur con qualche affanno, le sfuriate del Civitella, i campioni d’Italia hanno cambiato marcia dominando la seconda parte della ripresa. Prima la traversa di Lima con un gran sinistro al volo, poi il , bravo ad intercettare un passaggio e concludere di potenza alle spalle di Mazzocchetti. Nel finale l’Acqua&Sapone ha trovato anche il 4-1 grazie al calcio di rigore segnato dal bomber De Oliveira e a pochi secondi dalla fine è stato ancora una volta Fiuza a negare il gol a Fabinho con un riflesso notevole. Ultima emozione di una partita che rafforza ancora di più una convinzione: i favoriti per lo Scudetto sono ancora loro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata