Calcio a 5, Coppa Italia: trionfa l'Acqua&Sapone. Battuta 3-1 la Luparense
Gli abruzzesi, già campioni nella stagione 2013/14, alzano il trofeo per la seconda volta. Per i veneti sono due le finali consecutive perse. Premio di miglior giocatore a Stefano Mammarella, portiere dell'Acqua&Sapone, decisivo in tutte e tre le vittorie nerazzurre

Ha vinto la squadra che ha sbagliato meno: l'Acqua&Sapone Unigross si aggiudica la Coppa Italia 2017/18 battendo 3-1 la Luparense campione d'Italia. Era difficile aspettarsi una partita diversa da due squadre ricche di campioni, indicate come favorite per la vittoria del torneo e alla ricerca di un successo che mancava a entrambe da diversi anni. Di errori ne ha commessi di più la Luparense che, comunque, ha giocato meglio ed era anche andata in vantaggio nonostante la prestazione da fuoriclasse di un portiere che, effettivamente, un fuoriclasse lo è: Stefano Mammarella. Sbagli arrivati dal suo pari ruolo, Michele Miarelli, che a fine partita si è seduto a fissare il nulla ripensando all'uscita a vuoto che è costata ai veneti il trofeo, e da Ramon Bueno, incapace di segnare a porta vuota il 2-2 che avrebbe riaperto la partita.

Partenza più decisa della Luparense che pressa altissima l'Acqua&Sapone impedendole di salire oltre la metà campo. Gli abruzzesi sono costretti a giocare in ripartenza e creano le occasioni migliori con Andrei Bordignon che, nel giro di un minuto, scappa due volte sulla fascia destra, ma trova Miarelli a chiudergli la porta. È battaglia vera tra i due portieri: dall'altra parte del campo Mammarella è sollecitato più volte dagli attaccanti veneti, in particolare da Ramon e Pablo Taborda il cui tiro, all'8', devia sul palo. I ritmi si abbassano, gli spazi si chiudono e non succede più nulla fino al 16' quando Miarelli respinge una conclusione insidiosa di Murilo Ferreira. L'ultima occasione del primo tempo ce l'ha la Luparense ed è la più pericolosa: Jefferson Gomes calcia basso e preciso, Mammarella si oppone ma la palla s'impenna e finisce sulla testa di Victor Mello che colpisce da dentro l'area ma il portiere abruzzese si rialza da terra in una frazione di secondo e spedisce il tiro sopra la traversa.

Nella ripresa è ancora Mammarella contro tutti: nel giro di cinque minuti il portiere dell'Acqua&Sapone compie quattro interventi, uno più difficile dell'altro, mantenendo la porta inviolata. Per passare in vantaggio, ai veneti serve un episodio ed è ciò che accade all'11': Miarelli lancia verso Matias Lara, la palla sbatte sulla schiena di Gabriel Lima che lo sta marcando e finisce sui piedi dell'argentino che, da due passi, segna l'1-0. L'Acqua&Sapone prova a rialzare la testa, ma lo fa in maniera confusa fino al 15', quando Lukaian Baptista s'inventa una giocata da fenomeno, anche lui su rinvio del portiere, stoppando la palla di petto, superando Taborda con un pallonetto e calciando sotto l'incrocio. Un minuto dopo, nel momento di maggior pressione degli abruzzesi, Miarelli sbaglia un'uscita a metà campo, sbattendo su Mello, e Fabricio Calderolli anticipa entrambi conquistando il pallone e segnando a porta vuota. Ribaltata la partita, l'Acqua&Sapone subisce l'offensiva nervosa e frenetica della Luparense che porta a una sola vera occasione, gettata al vento da Ramon, che, a portiere battuto, spedisce sul palo il pallone del 2-2 da dentro l'area. A sette secondi dal termine ci pensa Murilo a chiudere l'incontro: Mammarella batte velocemente una rimessa dal fondo verso il capitano abruzzese che non dà a Taborda il tempo di effettuare il cambio in porta con Miarelli e lo buca di sinistro regalando la coppa all'Acqua&Sapone.

 

LUPARENSE-ACQUA&SAPONE UNIGROSS 1-3

LUPARENSE: Miarelli, Honorio, Taborda, Mello, Jefferson, Tobe, Duric, Ramon, Lara, Jesulito, Etilendi, Leofreddi. All. Marìn

ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Mammarella, Murilo, Calderolli, De Oliveira, Bocao, Lima, Bordignon, Lukaian, Bertoni, Coco, Jonas, Casassa. All. Perez

MARCATORI: 10'49'' s.t. Lara (L), 14'12'' Lukaian (A), 15'16'' Calderolli (A), 19'53'' Murilo (A&S)

AMMONITI: Bocao (A), Jesulito (L), Murilo (A), Taborda (L)

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata