Calcio a 5, Acqua&Sapone e Napoli si giocano la Supercoppa italiana

Gli abruzzesi campioni di tutto ospitano gli azzurri di David Marin, vincitori nello spareggio con la Came Dosson. Si sfidano le migliori difese della Serie A. Tutti a disposizione per i due allenatori. La diretta della gara su LaPresse.it

Il futsal italiano assegna il primo trofeo. A tre mesi dall’inizio di un campionato molto più equilibrato di quanto si potesse pensare, Acqua&Sapone e Napoli scenderanno sul parquet del Pala Santa Filomena, casa degli abruzzesi, per conquistare la Supercoppa italiana (diretta dalle 20:30 di venerdì 30 novembre su LaPresse). Dopo aver dominato la passata stagione, la squadra di Tino Perez va a caccia di una tripletta che certificherebbe il dominio dell’Acqua&Sapone nell’ultimo anno. A sfidare l’egemonia dei campioni d’Italia in carica, il Napoli di David Marin, allenatore abituato agli appuntamenti importanti dopo la felice esperienza alla Luparense con cui ha vinto Scudetto e Supercoppa nel 2017. Una sfida tra due grandi allenatori spagnoli, con tanti giocatori di talento da una a parte e dall’altra. In Serie A le squadre sono ad appena un punto di distanza tra loro, anche se gli abruzzesi devono recuperare una partita, e nella gara secca può succedere di tutto come ha dimostrato la sfida di campionato, vinta dagli azzurri 3-1 grazie a uno strepitoso Christian Rubio.

Senza dubbio l’Acqua&Sapone parte favorita grazie a una rosa profonda e più completa, che ha sfiorato l’accesso alla Final Four di Champions League appena due settimane fa, ma il Napoli si presenterà al Pala Santa Filomena senza nulla da perdere e con la consapevolezza di aver conquistato un’occasione d’oro battendo la Came Dosson nello spareggio per sfidare gli abruzzesi. L’accoppiata Scudetto e Coppa Italia della squadra di Tino Perez, infatti, ha lasciato una porta aperta alle due semifinaliste dello scorso anno, vista la mancata iscrizione della Luparense, finalista, e gli azzurri si sono guadagnati l’accesso alla finale battendo i veneti 4-3.

Nessun’assenza per i due tecnici che metteranno in campo il miglior quintetto possibile. Da una parte l’esperienza di Stefano Mammarella, titolare della Nazionale italiana, di capitan Murilo e di Gabriel Lima. Dall’altra la fame del Napoli che ritroverà tra i pali Francesco Molitierno, ben sostituito da Yurij Bellobuono nell’ultima partita di campionato, pareggiata 2-2 con il Real Rieti. Sarà la sfida tra le migliori difese della SerieA: appena nove i gol subiti dall’Acqua&Sapone, mentre il Napoli è a 14 ma con una partita giocata in più. Per riuscire nel difficile compito di segnare, i due tecnici faranno affidamento ad alcuni tra i migliori attaccanti del nostro campionato: Lukaian, tornato alla grande dopo l’infortunio al crociato, e De Oliveira per Perez, mentre Marin punterà sul talento di Salas e sulla fisicità di Luka Peric, gigante croato classe ’97.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata