Cairo: "Var? Bisogna usarla di più, la dovrebbe chiamare l'allenatore"

"Ho sempre considerato la Var un'innovazione tecnologica positiva per il calcio. Poi, da dopo il Mondiale, con le nuove regole introdotte che limitano l'uso della Var, ho cominciato a pensare che potrebbe non essere uno strumento giusto, se utilizzato in modo parziale e non in tutte quelle occasioni in cui non c'è chiarezza. La Var nel campionato scorso veniva utilizzata molto di più. Io addirittura penserei che sarebbe giusto, come fanno nella pallavolo o in altri sport, di avere la chiamata Var per l'allenatore, dandogli almeno un'opportunità per chiamarla". Lo ha detto il presidente del Torino, Urbano Cairo, a margine dell'incontro 'Il presidente' alla Triennale, in occasione di Milano Calcio City. Una battuta anche sul Toro: "'E' evidente che abbiamo obiettivi. Abbiamo fatto una campagna acquisti importante. Però adesso - ha spiegato - noi preferiamo scaramanticamente teniamo tenerli in qualche modo nascosti, perché a volte dichiarare troppo gli obiettivi non porta neanche bene. Invece, quello che conta oggi è lavorare bene, giocare partita dopo partita facendo risultati e punti, e poi arriveremo al punto in cui faremo un bilancio e vedremo qual è l'obiettivo eventualmente raggiungibile. Meglio lavorare e viaggiare a fari spenti, non nella notte, ma certamente è importante non fare troppi reclami. Quello che conta - ha concluso Cairo - è poi fare dei buoni risultati e ottenere qualcosa"