Buu razzisti allo stadio, il Verona si difende: "Qualcuno frastornato dai decibel del nostro tifo"
Buu razzisti allo stadio, il Verona si difende: "Qualcuno frastornato dai decibel del nostro tifo"

I tifosi gialloblu accusati di aver insultati i rossoneri Kessie e Donnarumma durante la sfida di campionato tra Hellas e Milan.

L'Hellas Verona smentisce le critiche per il comportamento dei propri tifosi, accusati di cori razzisti nei confronti di Kessie e discriminatori all'indirizzo di Donnarumma, nel match di ieri sera contro il Milan, perso 1-0 dai padroni di casa. "I ‘buuu’ a Kessie? Gli insulti a Donnarumma? Forse qualcuno è rimasto frastornato dai decibel del tifo gialloblù. Cosa abbiamo sentito noi? - ha scritto il club veneto attraverso il proprio profilo Twitter - Fischi, inevitabili, per decisioni arbitrali che lasciano ancora oggi molto perplessi, e poi tanti applausi, ai nostri 'gladiatori', a fine gara. Non scadiamo in luoghi comuni ed etichette ormai scucite. Rispetto per Verona e i veronesi".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata