Buffon: Vivo per ricacciare in bocca le parole avventate
Il portiere recordman della Juventus non ha alcuna intenzione di smettere

"In fondo è divertente quando ti fanno il funerale e poi li smentisci. Io vivo per ricacciare in bocca le parole avventate": Gianluigi Buffon, durante la trasmissione 'Tiki Taka', ha parlato del suo presente e del suo futuro. Il portiere recordman della Juventus non ha alcuna intenzione di smettere: "Quando arriverà il momento lo accetterò in maniera serena. Per adesso non ci penso. Il Mondiale 2018? Dal Mondiale 2006 sono passati dieci anni, da quello del 1982 al 2006 ventiquattro... Ne mancano quindi ancora quattordici e voglio esserci". E poi, sull'ultimo riconoscimento, quello di Golden Foot: "I premi non mi stufano mai. A secondo del periodo in cui arrivano, sono il riconoscimento del lavoro svolto".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata