Bianconero il primo scudetto dell'era Var. Così la Juve cuce la bocca a tutti
Agnelli e suoi lo volevano per evitare polemiche sul passato. E ci sono riusciti: da strapotere a superiorità. E adesso si riparte, con o senza Allegri

Il primo scudetto dell'era Var lo ha conquistato la Juventus, così da tacitare dubbi e perplessità sul passato prossimo e remoto. Anche per questa non trascurabile ragione, il direttorio bianconero ci teneva a dare continuità ai sei titoli precedenti e, forse, non solo a quelli. Poco importa, ai campioni d'Italia, che pure in presenza della tecnologia più sofisticata ed esaustiva ci si stato chi abbia voluto ugualmente sguazzare nel torbido: la soddisfazione, dal presidente Andrea Agnelli all'ultimo dei magazzinieri, è comprensibile, offuscata appena dalla maledizione della Champions League.

In Italia ha ancora vinto la squadra più forte, la società più attrezzata, il nucleo più incline a resistere al logorio del trionfo. Il resto sono chiacchiere da bar e travasi di bile da Var. E' vero che le distanze si sono accorciate e che lo strapotere di un tempo è diventato 'solo' superiorità, ma nessuna squadra, Napoli compreso, ha mai dato la sensazione di poter mettere insieme un golpe.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata