Antonio Giraudo
Giraudo, Bettega e Moggi assolti in Appello dall'accusa di falso in bilancio

L'accusa riguardava il periodo 2001-2006 quando i tre dirigevano la Juventus. "Il fatto non sussiste" e la questione si chiude

La Corte di Appello di Torino ha confermato la sentenza di assoluzione in primo grado per Antonio Giraudo, Luciano Moggi e Roberto Bettega in merito all'accusa di falso in bilancio della società Juventus per il quinquennio 2001-2006. L'assoluzione "perché i fatti non sussistono" pone la parola fine a questa vicenda.

"Antonio Giraudo prende atto con soddisfazione di quanto disposto dalla Corte di Appello di Torino. Una decisione che cancella definitivamente qualsiasi ombra sulla gestione economica e patrimoniale nel quinquennio 2001-2006 della Juventus". Così l'avvocato Galasso, legale dell'ex amministratore delegato bianconero, dopo l'assoluzione dall'accusa di falso in bilancio e frode patrimoniale. L'avvocato torinese dà fiato ai pensieri di Giraudo: "La Juventus è stata amministrata sempre con la massima trasparenza, nel rispetto degli interessi della proprietà e degli azionisti: ciò che era già stato sancito dalla sentenza di primo grado - che aveva concluso che ' i fatti non sussistono' - è stato confermato oggi dalla Corte di Appello".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata