Barcellona, Adriano accusato di evasione fiscale
Dopo Messi e Mascherano, un altro giocatore blaugrana nel mirino del fisco

Il difensore Adriano è l'ultimo giocatore del Barcellona ad essere coinvolto in uno scandalo fiscale dopo che un tribunale spagnolo ha riferito che il brasiliano è stato accusato ad inizio anno di frode per 646.086 euro. Il blaugrana ha pagato l'intero importo al fisco il 7 marzo, ha aggiunto la corte in un comunicato. Un giudice deciderà ora se perseguire la questione in tribunale. La corte ha spiegato che Adriano è stato accusato di aver frodato il fisco per 189.419 euro nel 2011 e per 456.666 euro nel 2012 per cedere i suoi diritti di immagine attraverso una società offshore a Madeira, in Portogallo.

Leo Messi è stato accusato nel 2013 di aver evaso il fisco per più di 4 milioni di euro dal 2006 al 2009. Nel mese di gennaio, il centrocampista argentino Javier Mascherano è stato dichiarato colpevole di aver frodato lo stato di 1,5 milioni di euro attraverso l'occultamento di guadagni da diritti d'immagine.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata