Avellino travolge Ascoli 4-3
Tre punti importanti per gli irpini che si rilanciano salendo a quota 43. L'Ascoli resta fermo a 35 in zona pericolo

Colpaccio esterno dell'Avellino sul campo dell'Ascoli (3-4) al termine di una gara ricchissima di colpi di scena. Tre punti molto importanti per gli irpini che si rilanciano salendo a quota 43 in classifica mentre l'Ascoli resta fermo a 35 in zona pericolo. Nei primi venti minuti gli ospiti dominano andando a segno all'11 ed al 17' con lo stesso copione: assist di Insigne e rete di Mokulu. Sembra tutto facile per gli irpini ma così non è. Al 24' sugli sviluppi di un calcio di punizione, Jantko ribadisce in rete dopo un palo di Canini. Una rete che galvanizza i marchigiani ed in particolare il bomber Cacia. Il centravanti infatti pareggia al 40' sfruttando un errore di Biraschi e ribalta incredibilmente la situazione al 43'. Ad inizio ripresa l'Ascoli ha una grande occasione per fare poker ma Frattali salva i campani che al 18' pervengono al pareggio con Insigne su suggerimento di Castaldo. I colpi di scena però non sono finiti perché a due minuti dal termine l'ascolano Mitrea commette un ingenuo fallo di mano in area. E' rigore per l'Avellino che Castaldo trasforma per la vittoria finale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata