Atalanta-Sassuolo 1-1: Cristante replica a Pellegrini
I nerazzurri rallentano la propria corsa verso l'Europa

 L'Atalanta rallenta la propria corsa verso l'Europa. Gli orobici non vanno oltre l'1-1 infatti in casa contro un buon Sassuolo nell'anticipo delle 18 della 31/a giornata Serie A. Un pareggio che rischia di avvicinare domani in classifica Milan e Inter, attese da impegni sulla carta non certo proibitivi contro Palermo e Crotone. Il rammarico tra i nerazzurri è soprattutto per gli errori, tanto in difesa (vedi il disimpegno di Caldara che ha portato al vantaggio di Pellegrini) quanto in attacco (al di là dei miracoli di Consigli i lombardi hanno sprecato almeno un paio di ghiotte palle gol) che hanno portato a un pareggio che non può che lasciare l'amaro in bocca. Soprattutto considerando che la squadra di Gasperini affronterà nelle prossime tre partite le due prime della classe, Juventus e Roma, e che proprio contro i giallorossi nel prossimo turno mancherà Papu Gomez, diffidato e oggi ammonito.


Nessuna sorpresa in casa Atalanta. Senza lo squalificato Kessie trova spazio Cristante dal 1'. Davanti Kurtic agisce dietro le due punte Gomez-Petagna. Dalla parte opposta qualche cambiamento rispetto alla vigilia per Di Francesco, che lancia dall'inizio sugli esterni Adjapong e Dell'Roco. In mezzo panchina per Aquilani (gioca Sensi) mentre davanti il tridente offensivo è composto da Berardi-Defrel-Ragusa. I padroni di casa, alla ricerca dei tre punti per continuare ad alimentare il sogno europeo, partono subito forte e sfiorano in due occasioni il vantaggio prima con un insidioso tiro a giro di Gomez e un minuto dopo, all'8', con una conclusione di Petagna respinta da Grassi. Al 12' ancora il 'Papu' spaventa gli ospiti con un tiro che finisce sul palo esterno. Il Sassuolo mette il naso fuori al 20'. Punizione di Berardi resa velenosa da una deviazione in barriera, Berisha non rischia nulla mandando in corner. Dopo un buon inizio il Sassuolo prende campo e al 36' passa in vantaggio. Errore in appoggio di Caldara che consegna la sfera a Pellegrini: il centrocampista si invola verso la porta e dopo aver scartato il portiere firma l'1-0.


Nella ripresa i padroni di casa si gettano in attacco alla ricerca del pareggio e creano subito una buona opportunità con Masiello, che di testa sugli sviluppi di un corner manda di poco alto sopra la traversa. Il Sassuolo sembra poter controllare il match ma al 28' Cristante di testa firma l'1-1 sul traversone teso di Gomez dalla sinistra. Il pareggio dà nuova linfa ai ragazzi di Gasperini che nei venti minuti finali mettono alle corde i neroverdi. Consigli al 30' si immola sul tentativo di Grassi. L'ex portiere della 'Dea' si ripete tre minuti dopo sul tentativo di Caldara, su assist di Petagna, troppo centrale. L'Atalanta preme fino al 96' ma la linea del Sassuolo tiene fino al triplice fischio finale. E complica i sogni europei degli orobici.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata