Antonio Conte, legali chiedono assoluzione: Estraneo ai fatti
Nei prossimi giorni verrà presentata memoria difensiva su caso calcioscommesse. Sentenza attesa il 10 maggio

"Assoluzione con formula piena". E' questa la richiesta degli avvocati di Antonio Conte, Leonardo Cammarata e Francesco Arata, nel corso dell'udienza preliminare davanti al Gup di Cremona nell'ambito del processo al calcioscommesse. Nel corso del dibattimento, durato un paio d'ore, gli avvocati nel replicare all'impostazione del pm Roberto Di Martino hanno ribadito "la completa estraneità" del ct della Nazionale alla vicenda. Nei prossimi giorni verrà presentata anche una dettagliata memoria difensiva per argomentare ancora in modo più approfondita la tesi dell'assoluta estraneità di Conte nella combine di Albinoleffe-Siena del 29 maggio 2011. Il pm Di Martino ha chiesto per Conte sei mesi di reclusione, con la sospensione della pena, e 8mila euro di multa. La prossima udienza è prevista il 22 aprile con la controreplica del pm. Secondo i legali di Conte difficile che si arrivi a sentenza già in quella data, più probabile che si dovrà attendere intorno al 10 maggio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata