Quagliarella esulta dopo la straordinaria rete
Ancora Quagliarella in rete di tacco. La Samp batte il Chievo e vola al quinto posto

Ottava rete di seguito per il bomber blucerchiato. Il raddoppio è di Ramirez. Per il blucerchiati è la quarta vittoria di fila

Ancora Quagliarella (a segno nelle ultime 8 partite), ancora di tacco come col Napoli dal dischetto del rigore e nella stessa porta. Con il Chievo la Samp arriva alla quarta vittoria consecutiva (dopo Bologna, Parma e Empoli): operazione quinto posto e sorpasso sul Milan riuscita. Trascinata dal sempre-verde capitano (11 reti in cmpionato, 138 in carriera), e dopo un primo tempo di passione, la Sampdoria liquida il Chievo condannandolo alla prima sconfitta della gestione Di Carlo dopo 5 pareggi e vola a quota 29 punti in classifica, in piena zona Europa.

Ottava vittoria stagionale e asticella degli obiettivi che ora si alza. Tra gli striscioni di contestazione al presidente doriano Ferrero e l'abulia di una Sampdoria poco efficace e bloccata soprattutto davanti per 45', è il Chievo a meritare i pochi applausi di un primo tempo senza grandi emozioni. Sin dall'inizio sono gli ospiti a prendere l'iniziativa ed al 12' una bella botta da fuori di Radovanovic sfiora il palo. Al 20' sinistro al volo di Meggiorni su lancio dalle retrovie: l'intenzione è ottima, ma l'esecuzione lascia a desiderare con la palla che finisce alta sopra la traversa.

La Samp fa fatica a costruire gioco e il Chievo prova ad affondare. Al 26' un sinistro dalla media distanza di Kiyine obbliga Audero ad un delicato intervento. I blucerchiati si vedono al 35': con un po' di fortuna Caprari si libera di un difensore e scappa via verso l'area, tiro dalla distanza che finisce alto sopra la traversa ma sono squilli estemporanei perchè per tutto il primo tempo i doriani sono l'ombra della squadra capace di dare spettacolo e di impensierire anche le big.

Fortuna per Giampaolo che quella che si ripresenta nel secondo tempo è un'altra Samp. E con il "solito" Quagliarella che s'inventa un altro gol da favola. E' il bomber, fresco di rinnovo, a sbloccare la gara: cross da calcio di punizione di Ramirez, volée di tacco dell'attaccante, traiettoria imparabile per Sorrentino ed ottavo gol di fila per l'attaccante stabiese (138esimo in A come Enrico Chiesa, 58esimo con la maglia blucerchiata, raggiunto Montella).

Al 5' la punta doriana ci prova ancora: destro sul primo palo, Sorrentino è attento e fa suo il pallone. Prova a fare possesso palla il Chievo, ma la Sampdoria chiude bene ogni varco. La squadra di Di Carlo continua ad avere difficoltà a trovare spazio per concludere a rete e viene messa al tappeto al 13'. Sfondamento sulla sinistra con Murru, bravo a mettere in area un pallone invitante per Ramirez - che aveva preso il posto di Saponara a inizio ripresa - e l'uruguaiano mette in rete con un bel tocco ravvicinato che non lascia scampo a Sorrentino. Il Chievo è poco lucido e i locali agiscono di contropiede. La Sampdoria gestisce il doppio vantaggio e sfiora il tris al 29' con Linetty che obbliga Sorrentino a una parata in due tempi e al 38' quando lo scatenato Quagliarella colpisce la traversa su punizione. La gara non ha più niente da dire e finisce col successo dei blucerchiati per 2-0.

SAMPDORIA-CHIEVO 2-0

RETI: Quagliarella (S) al 2', Ramirez (S) al 13' st.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Sala, Andersen, Colley, Murru; Praet (Jankto dal 42' st), Ekdal, Linetty; Saponara (Ramirez dal 1' st); Caprari (Defrel dal 30' st), Quagliarella. All. Giampaolo.

CHIEVO (3-4-1-2): Sorrentino; Bani, Cesar, Barba; Leris, Obi (Hetemay dal 14' pt(, Radovanovic, Jaroszynski (De Paoli dal 18' st); Kiyine (Giaccherini dal 26' st); Stepinski, Meggiorini. All. Di Carlo.

Arbitro: Giua di Olbia

Note: Ammoniti Andersen (S), Cesar (Ch), Ramirez (S).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata