Ancelotti nella Belgrado dei ricordi: "Girone difficile, ma siamo pronti. Insigne? Valuterò"

Il Napoli sfida la Stella Rossa martedì alle 21 al Marakana. Per "Carletto" già due precedenti d'oro in questo stadio

Il Napoli inizia il suo cammino in Champions da Belgrado contro la Stella Rossa, Ancelotti torna nella città che l'ha visto protagonista. Prima da calciatore nel 1988 quando il Milan, allenato da Sacchi, vinse ai rigori nella replica della partita del giorno precedente, sospesa per nebbia. La seconda da allenatore dei rossoneri nella stagione 2006-2007, quando superò la fase preliminare vincendo 1-0 all'andata a San Siro e 2-1 nel ritorno del Marakana. Quel Milan, trascinato da Kakà, vinse la sua settima Champions League ad Atene contro il Liverpool.

"Ricordo tutto - dice l'allenatore di Reggiolo - e mi è andata bene. Se valesse il detto Non c'è due senza tre staremmo a cavallo, ma purtroppo non è così. Sarà un match difficilissimo, ma lo affrontiamo con grande entusiasmo e grande voglia. Il nostro un girone proibitivo? Sicuramente lo è per la presenza del Liverpool e del Psg, ma anche perché c'è la Stella Rossa. Tutta Europa sa quanto sia difficile giocare qui a Belgrado, probabilmente non è una squadra che tutti conoscono, ma stanno facendo benissimo in campionato e hanno buttato fuori dal preliminare un'ottimo club come il Salisburgo. Dovremo stare molto attenti". 

Parole anche su Insigne, finora tra i più decisivi del Napoli: "Ha dimostrato di essere molto sveglio, volitivo e può giocare ovunque in campo - spiega - l'importante è che continui a farlo come contro la Fiorentina. Se gioca? Lui come gli altri verrà valutato con attenzione dallo staff, chi non ha recuperato martedì starà fuori". 

 

 

Koulibaly non vede l'ora di iniziare

"Non vedo l'ora di iniziare la Champions, sognavo queste partite sin da bambino". Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli, non sta nella pelle e vuole scendere al più presto in campo. "Abbiamo parlato molto con Ancelotti di questa competizione e vogliamo assolutamente raggiungere gli ottavi, cosa che purtroppo lo scorso anno non ci è riuscita. La Stella Rossa? È un avversario ostico, soprattutto in casa, e sicuramente farà la sua partita, ma noi faremo di tutto per vincere e avvicinarci alla qualificazione". Il fischio di inizio è fissato per martedì alle 21. 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata