Allegri: Udinese tosta, abbiamo sofferto. Non siamo in fuga
Il tecnico non esclude un possibile impiego di Dybala da trequartista. "Può darsi che durante l'anno si possa fare"

 "Devo fare i complimenti alla squadra: abbiamo portato a casa una partita importante, dopo la sosta era difficile e l'Udinese si è dimostrata tosta". Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri ha commentato così il successo ottenuto contro l'Udinese. "Abbiamo un pochino sofferto, soprattutto alla fine, perché qualcuno era un po' stanco, ma per vincere i campionati dobbiamo passare attraverso queste partite: solo se le vinci puoi arrivare in fondo", ha aggiunto l'allenatore bianconero ai microfoni di Premium Sport, che nonostante i 5 punti di vantaggio sulla Roma seconda non vuole sentir parlare di fuga. "Dobbiamo affrontare ogni partita una alla volta: se vinciamo una partita alla volta ce ne sarà sempre una in meno a separarci dal traguardo. Non siamo in fuga: la Roma è seconda, il Napoli non è fuori, l'Inter nemmeno - ha proseguito il tecnico toscano - Dobbiamo migliorare sul piano del palleggio, avere meno frenesia, ma i ragazzi sono bravi e seguono con abnegazione le indicazioni che do. Il nostro obiettivo è migliorare noi stessi: solo facendo così potremo coronare il sogno di vincere il sesto scudetto".

 Allegri non esclude un possibile impiego di Dybala da trequartista. "Può darsi che durante l'anno si possa fare, ma sempre con equilibrio. Mandzukic stasera ha fatto una buona partita, soprattutto perché la Juventus nel primo tempo non ha fatto bene - ha proseguito l'allenatore bianconero - I tanti cambi di modulo? Stimolo i giocatori a pensare, ad adattarsi a diversi sistemi. Chiellini? Non dovrebbe essere niente di particolare, lo diranno i dottori domani", ha concluso.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata