Allegri: "Matuidi titolare. Higuain? Difficile. Bernardeschi rischia l'operazione"
Domani il match contro l'Atalanta: "Dobbiamo stare attenti, vorrà rifarsi dopo l'uscita dall'Europa League"

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, ha lanciato alcuni segnali importanti in vista della formazione anti-Atalanta nella conferenza stampa della vigilia: "A centrocampo giocheranno Pjanic e Matuidi, poi uno tra Bentancur, Sturaro e Marchisio. In porta torna Buffon come da programma". "E in difesa - ha aggiunto il tecnico bianconero - torna Lichtsteiner, poi giocherà uno tra Benatia e Rugani".

In occasione della conferenza stampa, il tecnico è tornato sugli infortunati. "Il bollettino medico dice che per Higuain è solo una botta, difficilmente ci sarà domani. Bernardeschi fra venti giorni verrà valutato, bisognerà vedere come avrà reagito alle terapie". "Cuadrado è ancora lontano dal rientro, De Sciglio ha un problema all'adduttore e verrà valutato la prossima settimana. Gli altri ci sono tutti", ha spiegato.

Ancora su Bernardeschi: "Se la terapia conservativa avrà dato effetti, bene, altrimenti decideranno se operarlo o no". Quanto a Matuidi "è a posto ed è a disposizione, come Mandzukic ed Howedes. Anche Barzagli sta bene", ha aggiunto.

Allegri ha fatto poi il punto sulla condizione di Paulo Dybala. "Ieri l'ho provato prima punta, ma devo valutare perché abbiamo quattro partite in dieci giorni", ha spiegato il tecnico della Juventus alla vigilia del match casalingo contro l'Atalanta. "Impensabile che possa giocare 90 minuti per tutte le partite, così come gli altri giocatori", ha chiarito in conferenza stampa. "Soprattutto lui deve ritrovare condizione ottimale con il minutaggio, abbiamo bisogno di tutti. Può giocare centravanti".

E sugli avversari: "C'è da fare i complimenti all'Atalanta  per come hanno affrontato l'Europa League e per quello che stanno facendo, ormai è una realtà del campionato italiano e ha dimostrato in Europa di poter dire la sua. Dispiace che siano usciti, loro come il Napoli".

"Domani - ha avvertito il tecnico bianconero in conferenza stampa - sicuramente avrà subito voglia di rifarsi e poi mercoledì avrà la possibilità come noi di poter conquistare la finale. L'Atalanta è una squadra fisica, è difficile giocarci contro, gioca bene. E quindi bisogna affrontarla nel migliore dei modi. Domani è la prima di un ciclo che ci porta fino alla partita con la Spal, prima della sosta".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata