Allegri: "Fiorentina-Juve importante, poi pensiamo al Tottenham. Costa ok"
L'allenatore assicura: "Nessuna emergenza infortunati, abbiamo persone in abbondanza per giocare bene"

Max Allegri bada al sodo e non si fida della Fiorentina, aspettando a guardare al Tottenham: "Sarà partita importante per noi: per i tre punti, per loro per la grande rivalità. Sempre importante da vincere per loro e l'anno scorso ci sono anche riusciti. Sono una squadra giovane e di grande qualità, seconda in classifica per la statistica dei tiri in porta. Con un giovane come Chiesa che ha queste caratteristiche. Poi ci riposeremo e penseremo al Tottenham".

L'allenatore della Juve non cerca alibi in conferenza stampa, ribadendo come gli infortunati non possano incidere: "Può giocare Marchisio al posto di Matuidi, ma dobbiamo vedere se cambiare o no tatticamente dopo l'allenamento. Emergenza non ce n'è, rimarranno fuori Howedes, Dybala, Cuadrado e Matuidi. Ce n'è in abbondanza per giocare una partita di calcio".

Allegri analizza poi la vigilia del grande ex di turno Bernardeschi dopo le polemiche estive: "Credo che Federico abbia fatto scelta professionale, non è nemmeno scappato da Firenze. Se fossi alla Fiorentina dovrebbero accoglierlo in un altro modo. Poi gli urleranno contro perché gioca nella Juventus e vorranno metterlo in difficoltà. Ma è tranquillo e scanzonato, penso possa fare una buona partita. Douglas Costa è a disposizione ma credo che dal primo minuto giocherà Bernardeschi perché sta bene e poi è giusto che giochi lui".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata